21 giu 2017

I Casoni di Caorle

Casoni Caorle 21 06 2017 N01

Circa 15 giorni fa ho visitato la zona dei "Casoni" di Carole. Non era la prima volta: molto tempo fa ho percorso questo itinerario immerso fra pianura e laguna in bicicletta. Stavolta li ho visitati a piedi partendo dal centro abitato di CaorleCasoni Caorle 21 06 2017 N02

Sparsi per tutta la Laguna di Caorle e tutt’ora conservati gelosamente, i Casoni sono la caratteristica abitazione che, nei secoli scorsi, veniva utilizzata dai pescatori e dai cacciatori come base per le loro attività. Immersi nella natura rigogliosa e unico simbolo della presenza umana nella laguna, i Casoni sono il luogo dove rivivere l’affascinante esperienza delle passate generazioni, contemplare il rosso tramonto sulla laguna o gustare un gustoso piatto di pesce locale appena pescato.
Simili a delle capanne in canna e composti da materiali di facile reperimento nel territorio circostante, queste costruzioni presentano un’architettura semplice ma estremamente funzionale: la pianta è ellittica, con pareti inclinate a formare gli spioventi del tetto, mentre il pavimento era ricavato dalla semplice terra battuta; l’ingresso, rientrante rispetto al profilo della parete, si collocava su una delle due estremità ed era caratterizzato dalla presenza di paretine e di una porta in tavole, mentre sui fianchi si aprivano piccole finestre basse.
Così come si presentano all’esterno, l’interno dei Casoni è molto rustico e pittoresco: l’ambiente unico è dominato dal grande focolare centrale in mattoni, utilizzato per cucinare i cibi e riscaldare la stanza; la particolarità di queste abitazioni è l’assenza di camino, in modo tale che il fumo potesse fuoriuscire filtrando dall’intersezione superiore degli spioventi di canna e asciugare contemporaneamente la struttura in caso di pioggia. Le pareti sono occupate dagli strumenti da lavoro, mentre i giacigli utilizzati dai pescatori per riposare sono distribuiti sul lato opposto all’entrata.
Oggi, i Casoni sono in prevalenza posseduti da proprietari privati, i quali si occupano della loro preservazione e li utilizzano spesso come sede di suggestivi banchetti ed esclusive feste, mentre solo una minoranza delle strutture viene sfruttata per lo scopo originale. Contemplare queste grandi abitazioni, però, rimane un’esperienza fondamentale per comprendere il legame fra l’uomo e il territorio della laguna; infatti, sono numerosi i tour guidati che permettono ai visitatori di esplorare le sponde dei grandi alvei lagunari, dei bacini vallivi o gli affioramenti insulari più elevati alla ricerca di queste magnifiche costruzioni! (tratto da: visitcaorle.com) Casoni Caorle 21 06 2017 N03Casoni Caorle 21 06 2017 N04Casoni Caorle 21 06 2017 N05Casoni Caorle 21 06 2017 N06Casoni Caorle 21 06 2017 N07Casoni Caorle 21 06 2017 N08Casoni Caorle 21 06 2017 N09Casoni Caorle 21 06 2017 N10Casoni Caorle 21 06 2017 N11Casoni Caorle 21 06 2017 N12

I casoni di Hemingway from Francesco Priano on Vimeo.


8 commenti:

Line ha detto...

Un posto molto tranquillo e in armonia con l'ambiente. Mi piacerebbe visitarlo.
Ciao e grazie.

alex ha detto...

che ricordi.... Quando ero piccolo ero in colonia vicino e si andava fare spesso le camminate vicino i casoni... Ciaoooo Oscar e lettori

Claudio ha detto...

"Pescacciatori" di ogni luogo hanno nel tempo escogitato dei ricoveri tipici ove praticavano o praticano ancora la loro attività.Regola numero uno:avvalersi del materiale del posto,a costo zero.
Veramente caratteristici questi "casoni".
Deliziosa quella piccola darsena interna.
Dalle mie parti (Ancona),i pescatori hanno costruito delle "grotte",scavando a mano il calcare della falesia o,dove la costa è bassa,hanno realizzato le cosiddette "pesche",palafitte in legno dalle quali praticavano la pesca con la "bilancia",dispositivo mobile munito di rete che veniva calato in acqua e dopo un pò di tempo sollevato velocemente.
Paese che vai...

Geneviève ha detto...

cHE tranquillità , pace, lontano dalla rissa ...Mi fa molto pensare al paesaggio della Camargue ( delta del Rodano )
Certo , paese che vai ...

rossella ha detto...

oh che belli! l'avevi annunciato che avresti pubblicato un servizio dedicato! se ho capito bene c'è un itinerario pedonale che parte proprio dal centro di Caorle per visitarli. Io ricordo di esserci andata in battello, ma a piedi deve essere sicuramente più interessante. Bello anche il filmato. Mi è venuta voglia di tornarci! grazie. Come sempre foto bellissime

stephanie dupont ha detto...

ma che belli.....ci devo andare,sopratutto se c e una strada da fare a piedi da caorle..... molto suggestivi.... grazie Oscar...

luci ha detto...

Ottima idea per questa estate. :-)

Blu Oscar ha detto...

A tutti: come vi ho già accennato nel post io avevo già visitato i casoni in bicicletta. Se però non vi spaventa camminare potete seguire l'itinerario anche a piedi. Potete come ho fatto io percorrere tutta la spiaggia di Caorle dalla Chiesetta della Madonna dell'Angelo fino al porto di Falconera e poi imboccare la Via dei Casoni e poi il "Sentiero Casoni" fino a raggiungere L'Isola dei pescatori e poi ritornare in centro (penso siano più' o meno di 10 Km.)
Questo sito organizza escursioni in bici: www.caorleby.com
Questo invece propone escursioni in barca: www.bluverderame.it
Ciao a tutti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...