22 nov 2016

Scala Contarini del Bovolo

Scala del Bovolo 22 11 2016 N1

Nascosta in un labirinto di calli e canali, a due passi da Campo Manin, lungo uno dei principali itinerari turistici veneziani, sorge un gioiello architettonico caratterizzato da uno stile che si colloca tra rinascimentale, gotico e bizantino: la Scala Contarini del Bovolo. La Scala a chiocciola più imponente e pregevole di Venezia è una perfetta sintesi di stili diversi: rinascimentale (per l’utilizzo di alcuni elementi come i capitelli), gotico (per la tecnica costruttiva) e veneto-bizantina (per la forma). Fu commissionata da Pietro Contarini presumibilmente intorno alla fine del 1400 allo scopo di decorare la facciata dell’adiacente Palazzo di San Paternian di proprietà dell’illustre famiglia veneziana. La realizzazione di quest’opera, infatti, non aveva avuto in un primo momento un obiettivo di funzionalità, ma consisteva principalmente in una atto di prestigio e mirava essenzialmente all’ulteriore crescita della popolarità della casata. La creazione della scala ha avuto una risonanza tale da aver condotto la cittadinanza a coniare un soprannome per quel ramo della famiglia per la quale, da quel momento è stato usato l’appellativo Contarini del Bovolo (dalla forma particolare della scala “a guscio di lumaca” che in veneziano si dice appunto “bovolo”). Tratto da scalacontarinidelbovolo.com
Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10:00 alle 13,30 e dalle 14:00 alle 18:00 - Chiuso il lunedi' (La biglietteria chiude 30 minuti prima della chiusura del monumento). Il biglietto di ingresso costa 7,00 euro a persona e dà diritto alla famosa scala e alla visita della Sala del Tintoretto (Il biglietto è valido per una visita di 30 minuti)Scala del Bovolo 22 11 2016 N2

4 commenti:

stephanie dupont ha detto...

e veramente bella e originale nelsuo insieme.....un bel restauro.... ciao Oscar....

rossella ha detto...

E' proprio vero ciò che affermi Oscar: questo gioiello resta defilato e nascosto, al riparo dagli itinerari turistico-commerciali e, pur essendo debitamente segnalata, non è semplicissimo e intuitivo scovarla. La prima volta che me la sono ritrovata davanti sono rimasta senza parole...era sera e l'ho potuta intravedere attraverso le grate della cancellata ovviamente chiusa. Ma toglimi una curiosità: queste spettacolari foto sei riuscito a scattarle durante la visita?

Blu Oscar ha detto...

stephanie: sono venuto a vederla in tantissime occasioni e quando la vedo sembra sempre la prima volta

rossella: forse non hai letto tutto il testo a commento del post. La scala è visitabile. Io sono arrivato fino in cima domenica scorsa. Purtroppo il panorama era parecchio offuscato dalla nebbia ma poterla vedere da lassù' non ha prezzo...

rossella ha detto...

si si, avevo letto tutto come no. E' che non capivo perchè avevo immaginato che la visita si limitasse a salire lungo la scala, mentre dalla foto era chiaro che la visuale pervenisse da un altro affaccio :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...