17 nov 2016

Fondaco dei Tedeschi

Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N2

Ho visitato il "TFondaco", questo è il nome del nuovo centro acquisti che è stato realizzato all'interno del Fondaco dei Tedeschi appena finito di restaurare, in piu' occasioni.
Ho preferito attendere prima di pubblicare queste foto in quanto volevo capire quale fosse la reazione dei visitatori al di là di quella che è stata la mia impressione iniziale. Devo dire che tutte le persone che ho accompagnato hanno convalidato le mie convinzioni:
- meglio veder risorgere un Palazzo che vederlo marcire;
- ottimo restauro;
- posizione ideale;
- nessun contrasto con il commercio locale;
- rivitalizzazione dell'intera area;
- giusta risposta a quel tipo di turismo al quale la città propende.
Ho inoltre percepito un senso di stupore e soddisfazione in tutte le persone, clienti o semplicemente curiosi, che ho visto all'interno del nuovo centro commerciale. Non entro nel merito della merce esposta che, non essendo alla portata delle mie tasche, sarà oggetto di valutazione da parte dei turisti piu' facoltosi ai quali il centro è dedicato, anche se non mancano merci alla portata di tutte le tasche.
Il Palazzo brilla di nuova vita già dall'esterno ma è all'interno che stupisce davvero. Per non parlare della terrazza realizzata sopra al tetto dalla quale si può godere di una vista mozzafiato sulla città.
A proposito della terrazza: per poterla visitare è necessario raggiungere l'ultimo piano dell'edificio e chiedere, al concierge, un bollino rosso che consente di prenotare la visita per un'ora prefissata. La visita dura 15 minuti e ciò che vedi da lassù' prima di toglie il fiato e poi ti rimane impresso nella memoria per gli anni a venire.
Daccordo, alla scala mobile, avrei preferito le due scale in pietra già presenti e i comodi ascensori che sono stati realizzati ma si sà che il visitatore va coccolato ed agevolato e nell'ottica complessiva del restauro chiudo volentieri un occhio.
Vera da pozzo: prima era al centro della pavimentazione al piano terra. Ora è spostata in un angolo. Mi rendo conto che, vista la folla, forse è meglio cosi'. meglio in un angolo che rovinata dai turisti...Ora fa da "pozzo dei desideri" e i visitatori si divertono a gettare al suo interno qualche spicciolo...Boh! Non potevano lasciarla al centro e magari proteggerla con una teca trasparente cosi' come era stato fatto per quel ragazzino con la rana in mano????Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N1Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N4Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N5Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N6Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N7Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N8Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N9Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N11Fondaco dei Tedeschi 17 11 2016 N10

8 commenti:

stephanie dupont ha detto...

concordo in tutto quello che dici Oscar,ci sono stata e mi e piacuto nel suo insieme,sicuramente come te i negozi non sono a portata del mio portafoglio,ho fatto le scale quelle non mobile in discesa e quella hanno la loro pavimentazione originale e sono proprio belle,l unica cosa che per me da nel occhio e la pavimentazione del piano terra che e un po appariscente e forse non in armonia con il resto....almeno questo palazzo non e a marcire come tanti altri !!!! bella giornata a te e a tutti.....

Claudio ha detto...

Oscar,come ben sai sono piuttosto critico nei confronti di arditi inserimenti di particolari moderni in ambiti di importanza storica ed artistica.
Questa volta invece rilevo che la quanto mai opportuna ristrutturazione è stata effettuata con un sostanziale rispetto della natura dei luoghi,circostanza quanto mai meritoria in quanto relativa ad una attività strettamente commerciale.
Forse l'unico neo è rappresentato da quanto tu stesso rilevi,ovvero dalla rimozione della vera da pozzo dalla sua collocazione originale.
Ritengo che si debba fare sempre quanto più possibile per conservare intatte (compresa quindi la collocazione) le importanti vestigia di arte e storia.
Detto questo,anche a mio parere la ristrutturazione del Fondaco dei Tedeschi è da considerare nel complesso largamente positivo.

rossella ha detto...

Dalle foto sembrerebbe che l'insieme, pur se lussuoso, abbia mantenuto un carattere piuttosto sobrio, insomma nulla del genere "vi stupiremo con effetti speciali" e già questo mi sembra meritorio. La vera da pozzo sembra stonare forse anche perchè ormai l'occhio del visitatore di venezia è assuefatto a vederla sempre al centro di qualcosa, un campo, una corte, un campiello. Di primo acchitto mi ha ricordato vagamente la storica sede della Rinascente di via del Corso a roma, con le gallerie ai piani dai quali si può ammirare tutto il via vai scintillante della sala centrale. Una cosa è certa: mi è venuta una gran voglia di visitarlo...sopratutto la terrazza! grazie Oscar. Molto belle le foto e interessantissima la descrizione

luci ha detto...

Anch 'io ho visitato il TFondaco.Concordo con tutto quello che hai scritto nel tuo post. L' interno mi ha lasciato stupita , in modo particolare i lampassi stesi sotto gli archi dei piani li ritengo dei tocchi di classe. Devo ammettere che anch'io ho gettato una monetina nella vera da pozzo speranzosa che quel mio piccolo contributo possa realizzare il desiderio di un bambino , tale e' l' intenzione degli organizzatori, e penso che qs non l'abbia danneggiata. La teca no, quella proprio non la vorrei.Non sono riuscita a salire sulla terrazza,purtroppo non sapevo che serviva il biglietto e un' ora e mezza di attesa era troppo ma ritenteremo.
In conclusione:ristrutturazione positiva! :-)

Blu Oscar ha detto...

stephanie, Claudio, rossella e luci: a dirvi la verità ho seguito con una certa apprensione i lavori di restauro. Temevo infatti che i teli che coprivano il Palazzo,una volta tolti, avrebbero rivelato quella che in molti avevano già denunciato ovvero una speculazione commerciale in piena regola ai danni del patrimonio artistico della città. I vostri pareri confermano invece il contrario e riflettono ciò che vi ho già esposto nel mio commento al post: meglio veder risorgere un Palazzo piuttosto che lasciarlo marcire.
Sono entrato piu' volte quando era ancora sede delle Poste e devo dire che, pur nell'abbandono, aveva il suo fascino. Ora sfido chiunque a non sentirsi orgoglioso nel vederlo cosi' splendente.
Sono assolutamente d'accordo con luci quando afferma che i finalmente qualcuno ha avuto la bella idea di esporre i meravigliosi tessuti che Venezia e i veneziani sanno creare. Reputo che questa sia una giusta via da perseguire. Dobbiamo mostrare la migliore manifattura veneziana e non solo all'interno di questo centro commerciale. I musei dovrebbero, a mio modesto avviso, esibire anche saltuariamente i tessuti, i vetri e i manufatti che esprimono la cultura del gusto e del bello che Venezia è riuscita a produrre nei secoli.

Lunablu ha detto...

Concordo, è bello veder risorgere un palazzo così significativo! Anch'io c'ero stata quando era sede delle poste e mi era pianto il cuore a vederlo cadere quasi letteralmente a pezzi...come avete già detto, l'unica cosa che potevano evitare era lo spostamento della vera da pozzo. La vista dalla terrazza è davvero da mozzare il fiato, e ho apprezzato particolarmente le tabelle che illustrano i nomi di palazzi e campanili a 360°:-)

Anonimo ha detto...

E il mio primo commento, ma seguoil tuo blog da molto tempo!
Bellissime foto, come sempre!!!
Per salire sulla terrazza è meglio andare dal lunedì al venerdì, fuori sabato e domenica.
Così, non bisogna prenotare e si può restare il tempo che vuole per ammirare la vista.
Véronique

Blu Oscar ha detto...

Véronique: innanzitutto grazie per il commento, per i complimenti e benvenuta da parte mia e a nome di tutti i lettori. I giorni della settimana sono sicuramente i migliori per evitare la calca dei fine settimana. Mi unisco a te quindi nel consigliarlo a tutti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...