21 nov 2016

Festa della Madonna della Salute

Festa Madonna Salute 20 11 2016 N1

Ieri mattina, appena dopo l'alba, ho attraversato il ponte di barche per raggiungere la Basilica della Salute. Sapevo che la prima Messa sarebbe stata celebrata alle 8:00 ma la mia passeggiata era iniziata molto prima e, confidando che la nebbia prima o poi svanisse, speravo di godermi il sorgere del sole da questa posizione. Purtroppo mi sono ben presto reso conto che le previsioni metereologiche si sarebbero dimostrate non attendibili e non intendevo piu' allontanarmi dalla zona.
Dopo aver rapidamente riordinato le idee ho deciso di andare a fare colazione e alle 8:00 sono quindi entrato in Chiesa ed ho partecipato alla celebrazione della Santa Messa dopo aver acceso una candela votiva.
Festa Madonna Salute 20 11 2016 N4

L'interno della Chiesa è molto grande eppure l'altare principale, nel quale è esposta l'icona della Madonna ha, come potete vedere nella foto, un numero limitato di banchi cosicché, una volta seduto, ti sembra di essere dentro un piccolo edificio, raccolto e solenne. Durante la Messa al suono dell'organo si sono unite le splendide voci di alcuni diaconi che sono riusciti a ricreare un'atmosfera davvero unica.
Al termine della funzione religiosa ho raggiunto la Sacrestia per ammirare la grande tela di Tintoretto intitolata "Le nozze di Cana" e datata 1561. La Sacrestia è infatti chiusa al pubblico durante tutto il resto dell'anno e non intendevo perdere questa occasione. L'opera, pur essendo attualmente in restauro, stupisce per le dimensioni, i colori e soprattutto per la luce che mette in risalto la scena e i personaggiFesta Madonna Salute 20 11 2016 N5

In occasione della Festa le colonne vengono coperte da drappi di velluto soprarizzo forniti dalla Ditta Bevilacqua: semplicemente splendidiFesta Madonna Salute 20 11 2016 N6

7 commenti:

Geneviève ha detto...

Ho avuto l'occasione d'introdurmi nella sacrestia aperta per caso in quel momento e sono anch'io rimasta sbalordita dalla tela del Tintoretto anche se ben lontano dal Veronese sullo stesso tema mi ha impressionata e emozionata molto di più della sua cena a S Giorgio .
Comunque t'invidio di poter vivere e condividere tutti quegli eventi sacri e non sacri con i veneziani ... Certo , è già bello viverli virtualmente grazie a te . A proposito del post precedente ,quella luce sulla Salute ricorda stranamente quella dipinta dal Tiziano nel suo " martire di s.lorenzo di notte" nella chiesa dei gesuiti ! Hai beccato proprio ! impressionante !

Claudio ha detto...

Oscar,dici di aver acceso un cero alla Madonna,certamente per chiedere che tu stesso e le persone a cui vuoi bene siano sempre in salute.
Ebbene spero che tu non consideri inopportuno che mi accodi (credo insieme agli altri lettori)alla lista delle tue "benevolenze",nell'auspicio che i benefici effetti della tua invocazione ricadano anche su di noi.
Ciao.

Blu Oscar ha detto...

Geneviève: l'effetto della luna è del tutto casuale e non vuole essere un richiamo alla tela del Tiziano da te citata :)

Claudio: i miei lettori sono sempre "vicino" a me quando mi muovo per Venezia. Lascio alla Madonna della Salute a decidere se estendere la sua benedizione anche a loro :)

stephanie dupont ha detto...

un momento stupendo....

rossella ha detto...

Mi sembra di capire che a novembre la nebbia impera sovrana su venezia...pensavo di essere stata "sfigata" l'anno scorso quando, proprio di questi tempi, ho passato 5 giorni senza vedere nemmeno l'accenno di un timido raggio di sole. Ho atteso anch'io invano sul parapetto del ponte dell'accademia, insieme ad altre decine di speranzosi, di veder spuntare la cupola dalla coltre di cotone ma...niente da fare! stupenda lo stesso anche con la nebbia. Stavano approntando i preparativi per la festa e infatti anch'io ho potuto ammirare le colonne rivestite di rosso, ma non, purtroppo, la tela del Tintoretto. Le foto dellla pavimentazione sono spettacolari da quell'angolazione Oscar!

Blu Oscar ha detto...

rossella: purtroppo la nebbia è presente non solo a novembre. La nebbia ha sicuramente il suo fascino ma io preferisco non vederla affatto. Quando cammini ti entra nelle ossa e spesso e volentieri crea disagio alla viabilità. Meglio il sole

rossella ha detto...

E già....dimenticavo...nebbia in val padana! il fascino della nebbia presumo sia il lusso di chi in questi luoghi ci trascorre qualche giorno da turista, non di chi li vive tutto l'anno

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...