1 nov 2016

Basilica di Sant'Anastasia - (Verona)

Basilica San Anastasia 01 11 2016 N1

La Basilica di Sant'Anastasia è il piu' grande fra i templi veronesi. Una superba costruzione gotica innalzata dall'ordine dei Dominicani che, secondo alcuni, avrebbero voluto dedicarla a San Pietro Martire, un loro confratello veronese compatrono insieme a San Zeno della città, ma che piu' probabilmente la eressero sul luogo di una chiesa piu' antica, già dedicata a Sant'Anastasia. La costruzione dell'edificio iniziò nel 1290 protraendosi fino al 1323, ma potè dirsi conclusa solo dopo i lavori condotti fra il 1423 e il 1481.
La chiesa appare impreziosita da un'abside maestosa, in cotto rosso, e da un'altissimo campanile, culminante in una guglia resa particolarmente slanciata dalle nervature in pietra che ne percorrono gli spigoli. Solenne si presenta anche la facciata che, seppur incompiuta (manca infatti il rivestimento di tutta la parte superiore), spicca per il portale archiacuto, a doppia apertura, in marmi policromi, ornato da bassorilievi. (Non troverete, in questo post, foto dell'esterno in quanto parte della facciata è attualmente in restauro)Basilica San Anastasia 01 11 2016 N2

L'interno della Basilica si articola in tre navate separate da possenti colonne a capitelli gotici che sorreggono le slanciate volte dipinte a motivi floreali. Ben 17 cappelle si aprono lungo le pareti laterali e nell'abside, e tutte si presentano ricche di opere pregevoli di pittori e sculture attivi in area veronese e venetaBasilica San Anastasia 01 11 2016 N3Basilica San Anastasia 01 11 2016 N4Basilica San Anastasia 01 11 2016 N5Basilica San Anastasia 01 11 2016 N6Basilica San Anastasia 01 11 2016 N7

Queste sono le celeberrime acquasantiere di Sant'Anastasia: del "Gobbo grasso" (a sinistra) e del "Gobbo magro" (a destra). Entrambe forse raffigurazioni di mugnai di vicini mulini dell'Adige.


4 commenti:

Geneviève ha detto...

Sono sempre entrata a S. Zeno sia con gli alunni che in famiglia ,dovuto per mancanza di tempo . Grazie per aver compensato alla mia lacuna .Certo che queste bellissime foto fatte da te si vedono meglio che essendoci di persona . E ovvio che ti dai molto da fare ma non lavorare a cottimo , prenditi qualche pausa!

rossella ha detto...

In effetti i motivi floreali sono la prima cosa che mi è saltata all'occhio di questa stupenda chiesa! non è così usuale ritrovarli in templi del genere. Complimenti come sempre per le foto: ha ragione Geneviève..meglio che vederle di persona!

stephanie dupont ha detto...

bellissima veramente questa basilica !!!!! e che bei ornamenti....grazie Oscar....

Claudio ha detto...

Mi associo al concetto espresso da Geneviève e rossella in merito alla qualità delle tue immagini; se è pur vero che è sempre meglio vedere di persona,lo è altrettanto il fatto che ammirare queste bellezze con la tranquillità che consente la poltroncina del pc e senza stare con il naso all'insù,è cosa davvero gradita.
Effettivamente interessanti i decori,così atipici in ambienti ecclesiastici,e così fittamente disposti da far pensare quasi ad una ricerca dell'"horror vacui".
Notevoli le due figure marmoree,splendidi telamoni,anche per i tratti somatici così caratterizzanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...