28 ott 2016

Gondole

Gondole 28 10 2016

7 commenti:

stephanie dupont ha detto...

gran bei riflessi !!!!!

Claudio ha detto...

Il Bacino Orseolo è uno slargo d'acqua situato a Venezia nel sestiere di San Marco, alle spalle dell'omonima piazza.

Questa piccola sacca lagunare a forma di mezzaluna, posizionata esattamente dietro la fabbrica rettangolare delle Procuratie Vecchie, venne aperta nel 1863 durante una serie di ristrutturazioni urbanistiche che interessarono la città, con il preciso scopo di creare un approdo per gondole nelle vicinanze del cuore storico cittadino. Per raggiungere tale obiettivo, si procedette allo sventramento della zona e alla demolizione di molte delle costruzioni preesistenti. Scomparvero, oltre a diversi edifici non particolarmente pregevoli, lo storico albergo Cavalletto, riedificato in posizione e forme adattate al nuovo assetto, e il palazzo entro il quale era spirato lo scultore Antonio Canova. L'amministrazione comunale lo volle intitolare al doge Pietro I Orseolo che aveva fondato un ospizio in piazza San Marco, qui trasferito nel 1581 e più tardi soppresso.

L'apertura del Bacino Orseolo rientrava in un più generale riassetto urbano della città lagunare, che nell'Ottocento, anche se in misure nettamente inferiori rispetto ad altre città, venne adattata alle nuove esigenze sociali di collegamento a servizi come, in questo caso, la nuova stazione di Venezia Santa Lucia secondo il principio urbanistico dell'epoca che prediligeva vie di circolazione ampie. Il Bacino era dunque il punto conclusivo di un nuovo percorso pedonale diretto, che si spingeva da Campo San Luca a Rialto ed alla Strada Nova sostituendosi ai più tortuosi percorsi preesistenti lungo la Frezzaria o la Calle dei Fabbri.

Il Bacino, per la sua posizione immediatamente a ridosso di Piazza San Marco, rappresenta tutt'oggi uno dei luoghi più caratteristici della città ed uno dei più sfruttati imbarcaderi per le gite turistiche in gondola.(WikipediA)

Claudio ha detto...

Sono consapevole di essermi già espresso in termini simili,ma la foto propostaci da Oscar mi spinge ancora una volta a soffermarmi su una mia impressione molto sentita.
La Venezia che si specchia nelle sue acque tremule,grazie alle quali si sfumano quei dettagli moderni che inevitabilmente caratterizzano i luoghi,riesce spesso,a mio avviso,a vincere la magica sfida in bellezza con la città reale,restituendoci visioni costituite da suggestivi ed indefiniti accostamenti di forme e di colori.
E questo effetto è reso più evidente quando ci vengono proposte immagini di questo tipo e livello.

Mercè ha detto...

Grazie Oscar per averci fatto godere tanta bellezza.

rossella ha detto...

Il luogo che io definisco "garage" per le gondole! ovviamente in tono scherzoso, in quanto la poeticità del posto è ciò che di più lontano possa esistere da un'autorimessa! splendida foto Oscar!

Geneviève ha detto...

cambia del tutto con le gondole " cliché " che vediamo su tutte le cartoline , sia tra S. Giorgio e S. Marco che sul canal grande con il gondoliere dentro ! Queste gondole qua, sono totalmente protagoniste e sembrana magiche nel loro vestito nero maestoso . Bravo !

Blu Oscar ha detto...

stephanie, Claudio, Mercè, rossella e Geneviève: vi ringrazio innanzitutto per i gentili commenti e, come ho già fatto in occasioni precedenti, mi scuso se lo faccio con ritardo. Mi piacerebbe potervi dare una risposta piu' velocemente ma il tempo per chi, come me, lavora è sempre tiranno. Il tempo per reperire il materiale, per riordinarlo, catalogarlo, pubblicarlo e procedere con eventuali approfondimenti mi tiene lontano da voi. Spero di farvi sentire la mia presenza almeno con le immagini che cerco di proporvi con una certa continuità. Grazie a tutti. Blu

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...