18 ott 2016

Dove ormeggio la barca?

Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N1

Lo so...vedere una gondola fa sempre piacere...anche quando, come in questo caso, è fuori dall'acqua e sopra a due cavalletti. Un'imbarcazione unica al mondo creata per spostarsi in una città irripetibile nella quale le auto devono obbligatoriamente fermarsi in uno dei tanti parcheggi posti alla fine del Ponte della Libertà. Qui le auto non servono a niente a meno che non siano anfibie e di forma stretta e allungata per poter solcare i Canali. Questo è il regno delle gondole o meglio lo era una volta. Ora le gondole vengono utilizzate quasi esclusivamente per portare a spasso i turisti e al loro posto vediamo barche di ogni tipo, piccole e grandi, a remi (poche) o a motore (la maggior parte). Del resto si sa...remare costa fatica, il motore invece..ti "mette le ali". Con questo non intendo dire che i veneziani non possiedano affatto un'auto. Molti di loro infatti ne hanno una eccome e la tengono parcheggiata alla fine del Ponte della Libertà in entrambi le direzioni (sia a Venezia che a Mestre).
Qui, chi può', ha una barca e la ormeggia sotto casa o dove gli è possibile magari su un lato di un Rio vicino. Ma dove ormeggia la barca chi non sa dove metterla oppure preferisce tenerla al coperto?
Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N2Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N3Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N4

Presto detto: esistono i parcheggi per le auto che definiamo "silos" e qui sull'Isola della Giudecca esiste un "silos" per le barche. Qui i veneziani possono rimettere a nuovo le proprie barche e addirittura "ormeggiarle" all'asciutto. Vedete gondole all'interno?Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N5Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N6Dove ormeggio la barca 18 10 2016 N7

8 commenti:

Anonimo ha detto...

E la cantieristica minore alla Giudecca.
Si vede la scala per andare a un ristorante simpatico.
Buona giornata
JF

Claudio ha detto...

Interessanti questi aspetti di Venezia,sicuramente secondari rispetto alle mete più eminentemente turistiche,ma la cui conoscenza consente al vero amante della città di comprendere gli aspetti certo minori ma non per questo banali della vita quotidiana del residente.
Riguardo a ciò ricordo che durante la mia prima visita a Venezia rimasi ad osservare con attenzione persino un funerale,per forza di cose diverso da quelli di ogni altra località.
Davvero particolare in quanto evocatrice di tempi ormai lontani la gondola della prima immagine,con il suo "felze" in legno.

rossella ha detto...

ma dai!!! fantastico! non sapevo di questo "garage" alla giudecca. La prossima volta che vengo a venezia voglio assolutamente andarlo a visitare. A proposito di macchine e parcheggi..bè...vorrei avere il problema di dove metterle entrambe pur di vivere lì, mi contenterei pure di una canoa gonfiabile ahahaahah! grazie Oscar di queste "chicche" che solo chi conosce nei minimi particolare la città come te riesce a scovare

Mercè ha detto...

Anche io penso che sia la Giudecca

Blu Oscar ha detto...

JF: bonne soirée comment allez-vous? Je suis heureux de lire vos commentaires, de temps en temps! Merci
Il nostro amico si riferisce al ristorante: "Al storico da Crea"

Claudio: ho visto questa rimessa parecchi anni fa. Sono ritornato qui più' volte e solo ieri ho deciso di pubblicare il post. Ciao!

rossella: quando segnalo un luogo raccomando sempre ai miei lettori di visitarlo ricordandosi che noi siamo turisti e ci troviamo all'interno di proprietà altrui. Non offenderti. Cerco solo di rispettare e far rispettare il diritto alla privacy che io stesso infrango (preciso però che sono sempre da solo, sto in silenzio e mi muovo nel massimo rispetto della città e degli abitanti)

Mercè: si è proprio alla Giudecca

Elio ha detto...

Ciao Oscar, scusa la lunga assenza (questione di salute). Le foto sono ottime ma, a meno che non sia stato smantellato, un altro silo per imbarcazioni esiste anche dietro le prigioni per andare verso Santa Marta. Una volta (quando ero giovane imberbe) vi era insediata una vaccheria (latte fresco tutte la mattine). Penso che la famiglia Ardit abiti ancora da quelle parti. Un caro saluto veneziano.

rossella ha detto...

assolutamente daccordo Oscar! perchè mai dovrei offendermi? ti assicuro che ogni mio passo alla scoperta dei luoghi veneziani è segnato da religioso silenzio e dal rispetto dei fortunati abitanti. Tranquillo...capisco perfettamente lo spirito dei tuoi suggerimenti. Alla prossima!

Blu Oscar ha detto...

Elio: te l'ho già ripetuto varie volte: non devi scusarti di niente. Io, per mancanza di tempo, non visito mai né il tuo blog ne tantomeno quello di altri amici. Purtroppo il tempo a mia disposizione è risicato. Sei sempre il benvenuto e ti ringrazio per il commento. A Santa Marta mi risulta che ci sia un ormeggio ma non credo che ci sia anche un "garage" per imbarcazioni. Ciao!

rossella: ero sicuro che avresti inteso quello che volevo dire. Ciao e grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...