06 set 2016

Lido e Pellestrina in bicicletta (2a parte)

Lido Pellestrina 06 09 2016 N 0

Sono al Lido. Da qui il campanile di San Marco è ancora ben visibile (qui la prima parte del post)Lido Pellestrina 06 09 2016 N 1

Non ho intenzione,per il momento, di soffermarmi su particolari riguardanti il Lido in quanto considero questa zona più' conosciuta rispetto a Pellestrina e per questo guadagno, abbastanza in fretta la spiaggia degli Alberoni che è collocata proprio alla fine di questa lungua isolaLido Pellestrina 06 09 2016 N 4

Ed eccomi infatti all'altezza degli Alberoni, naturalmente sulla riva del Lido che guarda verso VeneziaLido Pellestrina 06 09 2016 N 5

Per cercare di farvi capire la distanza da Venezia provo a zumare...Lido Pellestrina 06 09 2016 N 6Lido Pellestrina 06 09 2016 N 7

Mi imbarco ora sul ferry in direzione di Pellestrina. L'attraversata è davvero brevissima in quanto le due isole sono davvero molto vicineLido Pellestrina 06 09 2016 N 8

Il cantiere del Mose nella bocca di porto che separa il Lido da PellestrinaLido Pellestrina 06 09 2016 N 9

Sono già arrivato a Pellestrina. Quello che vedete "laggiu'" è il LidoLido Pellestrina 06 09 2016 N 10

L'isola di Pellestrina è una lunga lingua di terra protesa tra mare e laguna. Qui si respira aria di mare e la tranquillità è assicurata.Lido Pellestrina 06 09 2016 N 19

Una delle tante case dei pescatori che sono state realizzate in lagunaLido Pellestrina 06 09 2016 N 11

Le vecchie case dei centri abitati hanno le facciate molto colorate e ricordano quelle dell'Isola di BuranoLido Pellestrina 06 09 2016 N 12Lido Pellestrina 06 09 2016 N 13Lido Pellestrina 06 09 2016 N 14Lido Pellestrina 06 09 2016 N 16Lido Pellestrina 06 09 2016 N 17Lido Pellestrina 06 09 2016 N 18Lido Pellestrina 06 09 2016 N 20

Oltre alla tranquillità di questo luogo mi ha colpito molto la spiaggia che dà sull'Adriatico. Una lunga lunghissima spiaggia non attrezzata che la fa sembrare "selvaggia" e simile alle spiagge di un tempo ormai passato (se considerate che oramai tutte le nostre spiagge sono per lo più' private). Gli abitanti, unici veri fruitori di questo lido, personalizzano le loro "postazioni" con "casotti" realizzati con pali in legno e tente di vario genereLido Pellestrina 06 09 2016 N 21

Questa è quella degli Alberoni. L'unico punto "selvaggio" dell'intero Lido

3 commenti:

Geneviève ha detto...

BRAVISSIMO OSCAR !! fa ancora molto caldo ... questi post mi suscitano un po' di nostalgia perchè non me la sentirei più di rifarla in bici ...

stephanie dupont ha detto...

bellissimo veramente..... tutto una parte di venezia che non conosco ma che faro ....!!!!!... grazie Oscar....

Blu Oscar ha detto...

Geneviève: sicura? Capisco se dovessi farla tutti i giorni...ma una volta all'anno la può' fare chiunque. In compagnia, magari chiaccherando e procedendo con calma si arriva in capo al mondo :)

stephanie: sono sicuro che la apprezzerai...le risorse non ti mancano davvero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...