10 mag 2016

Piazza delle Erbe (Verona)

Piazza delle Erbe 10 05 2016 N01

La pittoresca Piazza delle Erbe, da sempre cuore storico e monumentale di Verona, ma anche uno dei luoghi più' celebri ed animati dell'intera città, si apre più' o meno in corrispondenza dell'ampio spazio urbano che in antico ospitò il Foro romano.
Oggi, vi si tiene ancora il frequentatissimo mercato della frutta e degli ortaggi, reso inconfondibile dall'autentica selva di caratteristici ombrelloni, all'ombra dei quali è possibile prendere confidenza con l'anima più' vera ed estrosa del popolo veronese.
Amata da artisti e poeti, la piazza appare ingentilita da una ricca corona di monumenti, che con il loro sorgere, nel fiore dell'epoca comunale, finirono per ridurre notevolmente la sua originaria estensione, dal Palazzo Comunale alla Domus Mercatorum, dalla Torre dei Lamberti alla Fontana della Madonna Verona, dalla Domus Nova, antica sede del podestà radicalmente rimaneggiata del XVII e nel XVIII secolo, alla Casa Mozzanti, che sulla facciata presenta interessanti affreschi allegorici cinquecenteschi, opera di Alberto Cavalli, dalla Casa Cristiani alla Domus Bladorum, al Palazzo Mozzanti, per citare solo i più' conosciuti, oltre alla cinquecentesca colonna marmorea realizzata da Michele Leoni e su cui spicca il Leone di San Marco (abbattuto in epoca rivoluzionaria e quindi nuovamente innalzato, in copia, nel corso del XIX secolo) e all'elegante edicola a pianta quadrata più' nota come BerlinaPiazza delle Erbe 10 05 2016 N02Piazza delle Erbe 10 05 2016 N03Piazza delle Erbe 10 05 2016 N04Piazza delle Erbe 10 05 2016 N05Piazza delle Erbe 10 05 2016 N06Piazza delle Erbe 10 05 2016 N07Piazza delle Erbe 10 05 2016 N08Piazza delle Erbe 10 05 2016 N09Piazza delle Erbe 10 05 2016 N10Piazza delle Erbe 10 05 2016 N11Piazza delle Erbe 10 05 2016 N12Piazza delle Erbe 10 05 2016 N13Piazza delle Erbe 10 05 2016 N14Piazza delle Erbe 10 05 2016 N15Piazza delle Erbe 10 05 2016 N16Piazza delle Erbe 10 05 2016 N18

3 commenti:

Claudio ha detto...

Oscar,ho visitato Verona e i suoi luoghi più rappresentativi ormai parecchi anni orsono.
Oggi le tue foto,così nitide e sature,mi hanno riportato a quei giorni.
Certo la qualità dei tuoi scatti è dovuta anche al livello dell'attrezzatura ed alla complicità di una stupenda giornata,ma entrambi questi requisiti da soli non bastano per portare a casa immagini di tale risoluzione.
Sono certo che la tua visita sia proseguita per Piazza dei Signori sino alle Arche Scaligere,delle quali tra l'altro ricordo una bellissima inferriata perimetrale in ferro battuto che protegge il complesso sin dal XIV secolo,pur non nascondendolo alla vista; particolarissimi le serrature e i chiavistelli nonchè gli elementi quadrilobati che la costituiscono e soprattutto la piccola scala che in ognuno di essi appare centralmente a simboleggiare il famoso Casato di committenza.

Blu Oscar ha detto...

Claudio: ti ringrazio per il commento. La mia visita è proseguita ma preferisco mostrarvi le foto raccolte in più' posts. La giornata era effettivamente splendida anche se soffiava un vento freddo che avrei definito piu' invernale che primaverile. Sono arrivato in città molto presto e me lo sono goduta fino a che mi è stato consentito. Poi, con il passare delle ore, il numero di turisti ha iniziato ad aumentare sempre più'. Verona infatti richiama un gran numero di visitatori provenienti un po' da tutto il mondo e lo confermano le lingue che sentivo parlare in mezzo alla folla. In questa prima "battuta" ho visitato le zone più' frequentate. In una seconda mi addentrerò' in altri luoghi. Ciao!

stephanie dupont ha detto...

bellissimo post !!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...