22 mar 2016

Chiostro di Sant'Anna

Chiostro di S Anna 22 03 2016 N1
L'ex Chiesa di Sant'Anna e l'adiacente convento sono situati nel Sestiere di Castello, tra il Rio di Sant'Anna e il canale di San Pietro. Fondato dai monaci eremitani di Sant'Agostino nel 1242, il convento passò alle monache benedettine nel 1304.
Il complesso è stato oggetto di diversi interventi e ampliamenti, a partire dal completo rifacimento della Chiesa, che cedeva in rovina, fra il 1634 e il 1659. Dopo l'esproprio napoleonico del 1806 il convento fu convertito in collegio per i cadetti della Marina: la Chiesa fu trasformata in palestra e tutto l'apparato decorativo fu rimosso, i corpi conventuali furono profondamente compromessi e si costruì un lungo edificio sul lato ovest del lotto, poi demolito.
Nel 1850 l'ex convento diventò caserma dell'Imperiale regio corpo di fanteria di Marina e nel 1867 ospedale principale di Marina. L'aula della Chiesa fu divisa in due piani da un solaio, e la facciata della chiesa demolita e ricostruita. I corpi edificati subirono diverse trasformazioni per renderli adatti alle nuove funzioni, tutto il lotto attiguo a ovest fu annesso e destinato a funzioni ausiliarie e infine furono realizzati nuovi corpi di fabbrica fra il 1920 e il 1939. L'ospedale militare è rimasto attivo fino al 1986.
Nel 1989 il Comune di Venezia, in accordo con il Demanio, dà inizio al progetto generale di recupero, con l'obiettivo di riannettere alla città gli spazi del convento.
Gli interventi di diretta gestione della società, che si sono sviluppati in più stralci tra il 2001 ed il 2007, hanno portato alla realizzazione di numerose residenze e alcuni servizi (sala di quartiere, giardino ecc.) per il quartiere.
L'ultimo stralcio è iniziato nell'ottobre del 2005 e si è concluso nella primavera del 2007 e ha portato alla realizzazione della sala comune di quartiere al piano terra (locali dell'ex refettorio) e degli spazi scoperti di pertinenza degli alloggi (Chiostro), del verde pubblico (giardino) e della viabilità pubblica di accesso e distribuzione. Nel settore A (Chiostro), si è potuto conservare l'impianto distributivo storico e realizzare alloggi serviti anche da una piattaforma elevatrice.
Con gli interventi di recupero del convento sono stati realizzati complessivamente 103 alloggi, relative pertinenze, tutte le opere di urbanizzazione compreso l'impianto di depurazione reflui e gli spazi scoperti pubblici (calli, campi e giardino). (tratto da: insula.it)Chiostro di S Anna 22 03 2016 N2Chiostro di S Anna 22 03 2016 N3Chiostro di S Anna 22 03 2016 N4Chiostro di S Anna 22 03 2016 N5Chiostro di S Anna 22 03 2016 N6Chiostro di S Anna 22 03 2016 N7Chiostro di S Anna 22 03 2016 N8

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...