10 feb 2016

Tessitura Luigi Bevilacqua (2a parte)

Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N02Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N03Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N04

Qui trovate la prima parte del post.
Ho raggiunto il luogo che mi è stato indicato.
Mi trovo all’interno di un piccolo Campiello che avevo già visitato altre volte. E’ uno di quei posti di Venezia al quale nessuno sembra dare particolare importanza. Non ho mai visto nessuno al suo interno e la folla dei turisti gli scorre accanto senza dedicargli nemmeno il piu’ piccolo sguardo. Devo ammettere che anche io, non avendo notato niente di interessante al suo interno , non gli avevo prestato particolare attenzione. So comunque, per esperienza, che piccoli particolari non notati prima celano molto spesso realtà inimmaginabili.
Stavolta infatti mi appare subito evidente la targa in cui compare la scritta “Luigi Bevilacqua S.r.l.”. La porta di accesso è ancora chiusa ma mi accorgo che l’unica finestra, che si apre sul Campiello, è una sorta di “vetrina” attraverso la quale intravedo alcune borsette e drappi di tessuto. L’interno non è ancora illuminato e la poca luce che entra dall’esterno non mi permette di apprezzare gli oggetti esposti. Finalmente arriva l’ora indicata nell’appuntamento e la porta si apre Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N05Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N06Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N07Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N08

Il corridoio di quella che sembra essere una vecchia cassa è stretto e corto e la “sala di esposizione” altro non è che una piccola stanza nella quale ora riesco a vedere bene e a toccare con mano ciò che prima riuscivo a malapena ad percepire. Gli oggetti esposti sono borse, borsette, cuscini e naturalmente drappi di tessuto.
Mi spiegano che l’azienda produce Broccati, Damaschi, Lampassi, Rasi e Velluti e che è possibile trovare i loro tessuti all’interno di prestigiosi Palazzi sia a Venezia che all’estero oppure in Musei. I tessuti vengono, come vi ho già accennato in precedenza, prodotti utilizzando i vecchi telai del Settecento e questo conferisce loro un alto pregio grazie appunto alla manualità ed alla tipologia di produzione. Il loro è quindi di un mercato “di nicchia” e l’acquirente tipo è colui che cerca manufatti molto prestigiosi.
A questo tipo di produzione l’azienda ha naturalmente ne ha affiancato anche una meccanica cosi’ da consentire l’ampliamento della propria offerta ed essere in grado di aprire nuovi mercati.
Mi fanno cenno che dobbiamo entrare nella zona in cui si trovano i telai, Non riesco ancora ad immaginare cosa vedrò.
Continua.... Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N10Tessiture Bevilacqua 10 02 2016 N11

3 commenti:

Geneviève ha detto...

Come si deve fare per entrare ? Gli aggettivi sono insufficienti ...

stephanie dupont ha detto...

ohhhhhh ma che meraviglia....ed avere scoperto un altro gioiello veneziano.....una fortuna ad esserci andato e grazie di condividere con noi questi maestri artigiani che continuano oltre il tempo a fare queste bellezze.... ciao oscar...aspetto il seguito....

Blu Oscar ha detto...

A tutti i lettori: l'accesso in azienda è possibile solo attraverso visite guidate che debbono essere concordate con la Proprietà.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...