26 feb 2016

Riflessi veneziani

Riflessi veneziani 26 02 2016 N1Riflessi veneziani 26 02 2016 N2

14 commenti:

stephanie dupont ha detto...

waouuuuuuuuuuuuuuuuuuuu......!!!!! senza parole.... !!!!

Claudio ha detto...

Non capisco,e sino a qui nulla di nuovo.
Premetto di essere consapevole che le riprese fotografiche per loro natura falsano le prospettive,i rapporti di grandezza,le distanze ed altro,in funzione degli strumenti di ripresa e dei parametri usati.
Detto ciò,sto valutando se gli affioramenti che appaiono in primo piano siano riferibili alla superficie di una fondamenta allagata oppure a materiale galleggiante in laguna (sob!),ripreso con una lunga focale.
Non riesco nemmeno ad interpretare l'esatta natura della fascia scura orizzontale,(così irregolare) che taglia in due parti l'immagine.
Comunque sia potremmo essere alla Giudecca (Dorsoduro mi sembra non allineato).
Ma allora,a queste distanze,come spieghiamo quelle immagini riflesse?
Postproduzione? Non lo credo.
Oscar,ho da dirti ancora una parola soltanto.
HELP!

Mercè ha detto...

Che bellooooo.Non ho parole!!!!!

Blu Oscar ha detto...

Per fare questo scatto ho raggiunto il piazzale della Basilica di San Giorgio Maggiore. Erano le 9,30 e a quell'ora il sole, alle mie spalle, è abbastanza alto da illuminare Piazza San Marco ma ancora la posizione nella quale mi trovo. La reflex è stata posizionata a non più' di 5 cm. da terra sul bordo estremo del piazzale. Per questo la macchina riesce ad immortalare ciò' che vede nella parte alta e bassa del campo visivo. Il bordo appare come una striscia nera e scura è anche la parte bassa della foto in quanto non ancora illuminate dal sole.
Blu

geneviève ha detto...

Avevo poco prima ricevuto foto delle navi " building" che chiudono la Piazza( tra altro ) dal fotografo italiano censurato dal sindaco ( avrai senz'altro seguito la storia ...)e allora scoprendo i tuoi 2 ultimi post sui riflessi ,ho ripreso ossigeno !!!Li ho subito trasferiti al destinatario delle foto orribili . Pura coincidenza ,ma mi ha procurato una grande soddisfazione; detieni già la copertura di un eventuale libro !!!! Sei proprio bravo ;

Claudio ha detto...

@Oscar: ricevuto.
Ma poi non dirmi che non hai uno speciale feeling con l'Isola di San Giorgio!

Blu Oscar ha detto...

geneviève: prova a portare un bambino di 6 anni a Venezia e fargli vedere una nave da crociera che transita nel Bacino di San Marco. Poi guardalo negli occhi e chiedigli: "cosa ne pensi?" Stai sicura che ti risponderà: "ma perché queste grandi navi passano di qui?"....Se ne accorgerebbe anche un bambino....
Le grandi navi NON devono navigare a 80 metri da Piazza San Marco. Chi lo permette ha semplicemente il salame negli occhi ed è troppo impegnato a servire i tanti padroni della sua città....

Claudio: impossibile negarlo.

luci ha detto...

Te lo diciamo già da tanto tempo "Cambia lavoro!" :-)

Blu Oscar ha detto...

luci: troppo buona :)

luci ha detto...

Si può dire che questa e' una foto veneziosa ? :-)

Claudio ha detto...

Per favore,seppelliamo definitivamente questa vampata di entusiasmo per i suffissi in "oso/osa".
Ho la netta impressione che chi ne ha convenienza amplifichi ad arte queste amenità per causare una distrazione di massa su quanto accade (e non dovrebbe) e non accade (e dovrebbe) nel nostro Paese.
Questo non è certo riferito a luci,che anzi mi ha dato l'occasione di condividere una riflessione che avevo nello stomaco.

luci ha detto...

Maria Vercoea Claudio cosa ghetu magna'? Pevaro ?
A parte gli scherzi sinceramente trovo i suffissi oso\a molto espressivi forse proprio per il mio modo molto sintetico e semplice, spero non semplicistico, di scrivere. Con foto veneziosa intendevo una foto che contenga degli elementi unici, peculiari di Venezia come questa http://bluoscar.blogspot.it/2015/11/senza-titolo.html?m=1. In poche parole una foto con caratteristiche precipue di Venezia e', per me, una foto veneziosa.
Ma non preoccuparti io non scriverò all Accademia della Crusca. :-) :-) :-)

Claudio ha detto...

@ luci: beh,una bella spolverata di pepe nero macinato al momento su certi piatti la gradisco davvero.
E di pepe ne avrei tanto da spargere se potessi uscire dal pur graditissimo seminato di questo blog; ma comprendo di essere un ospite e che gli argomenti trattati debbano restare nell'ambito di quelli contemplati dall'autore.
Ci mancherebbe altro.
Per quello che riguarda il tuo primo commento,ne avevo pienamente compreso il senso,e non perchè io sia particolarmente intelligente,ma per il fatto che ti spieghi benissimo.
Amo svisceratamente la lingua italiana,e per questo mi sto allergizzando nei confronti di neologismi che ritengo per nulla entusiasmanti e che vengono a dismisura gonfiati dai media e dai social,distraendoci da quanto di ben più importante,se non di grave,ci sta accadendo attorno.
Non posso,in questa sede,dire di più.
Ma sai qual'è stasera il mio compiacimento? E' l'essere riuscito forse a conquistare un record,ovvero a farti superare la tua propensione alla sintesi estrema,inducendoti a replicare con un piacevole commento,per te certo non breve.
Che vuoi,anche queste son soddisfazioni,per chi in ogni occasione si dà da fare per sviluppare il dialogo tra lettori.
Ed allora:grazie.

Blu Oscar ha detto...

Luci e Claudio: grazie. Bello il vostro scambio di idee che condivido. Quando ho letto l'ultimo commento di Luci (i commenti mi arrivano in contemporanea sul mio ipad) mi sono piegato sulla sedia dell'ufficio a ridere. Ero già pronto a dover fare una traduzione del testo scritto in dialetto veneto ma vedo che Claudio, dopo tante visite a Venezia, lo intende bene. Ciao a tutti, grazie ancora e...continuate così...a farmi sorridere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...