10 nov 2015

Cercasi residenti

Venezia attualità 09 11 2015 N 1aNovembre 2015. I numeri composti dai tanti led rossi accesi indicano la cifra di 55.899. Quasi 56.000 residenti.
A dicembre 2014 erano quasi 56.500.
Riassumendo:
  • Nel 1951 174.808
  • Nel 1961 137.500
  • Nel 1971 108.426
  • Nel 1981 93.598
  • Nel 1991 76.644
  • Nel 2001 65.695
  • Nel 2008 60.179 (circa)
  • Nel 2009 59.951 (circa)
  • Nel 2013 57.539 (circa)
  • Nel 2014 56.406 (circa)
  • Nel 2015 55.899 (circa)
Dal 2008 ad oggi ho, come vedete, apposto un circa dopo il numero in quanto le mie rilevazioni non state effettuate sempre nello stesso mese dell'anno.

Quando parliamo di residenti dobbiamo poi precisare che:
A settembre 2015, come dal calcolo della popolazione messo a disposizione dal Servizio di Statistica e Ricerca del Comune di Venezia, su il totale di 55.860 residenti era così' composto:
33.515 (S.Marco-Castello-S.Elena-Cannaregio)
22.345 (Dorsoduro-S.Polo-S.Croce-Giudecca)

Io mi limito ad effettuare le foto...le considerazioni le lascio a voi. Venezia attualità 09 11 2015 N 2a

6 commenti:

stephanie dupont ha detto...

purtroppo per tutta una serie di problematiche,tipo lavoro che non c e su venezia,affiti alti,e tante altri servizi mancanti,scappano via tutti dalla citta,bisognerebbe pensare piu ai veneziani o a chi vorebbe abitare la citta e trattenere le persone..... bella giornata oscar...

VenetiaMicio ha detto...

C'est triste !
Belle journée à toi
Baci
Danielle

Anonimo ha detto...

55777 le 28 octobre dernier.
Marie

Claudio ha detto...

Oramai il numero dei residenti veneziani è da considerarsi inesorabilmente in calo,perdipiù in assenza di iniziative che possano invertire la tendenza in atto,che non si intravedono nemmeno all'orizzonte.
E poi c'è da chiedersi quanti di essi siano davvero veneziani; assai pochi,temo.
E' vero,la mescolanza delle etnie è un fenomeno in certa misura naturale o,comunque sia,un dato di fatto di cui dovremo farci una ragione.
Ma così proseguendo le cose,mi chiedo quali personaggi,tra non molti anni,vedremo piegarsi facendo leva sulle forcole o intonare "La biondina in gondoèta".
Da appassionato della Città e da turista voglio auspicare che la presenza degli autoctoni non scenda mai al di sotto di un certo livello minimo.
Venezia senza veneziani rischia seriamente di trasformarsi in una malinconica rappresentazione di antichi fasti interpretata da estranee comparse.

luci ha detto...

Se sono gli abitanti a dare l'identità ad una città allora Venezia la sta perdendo e come cantava Guccini: "Venezia che muore,
Venezia appoggiata sul mare,
la dolce ossessione degli ultimi suoi giorni tristi,
Venezia, la vende ai turisti,......"

Oscar ha detto...

stephanie: hai perfettamente ragione. Spero che chi ha orecchie per intendere...

Marie: merci!

Claudio: io e te abbiamo discusso la cosa già troppe volte. "Venezia senza veneziani rischia seriamente di trasformarsi in una malinconica rappresentazione di antichi fasti interpretata da estranee comparse". Sono d'accordo.

luci: quando, qualche anno fa, ci siamo incontrati di te ho apprezzato la simpatia e la tua gioia di vivere. Dopo quel giorno ci siamo sentiti solo su questo blog. Leggendo i tuoi commenti ho scoperto, oltre a ciò che già avevo inteso, il tuo lato di lettrice attenta e di appassionata di musica.
Quando inizi a parlare non ti fermi più' e trasmetti, a chi ti sta ad ascoltare, la tua energia .
Quando invece scrivi utilizzi poche parole ma, nella maggioranza dei casi, le tue poche righe sorprendono più' di tanti lunghi discorsi. La citazione di Guccini, oltre a combaciare con quella che è la mia triste visione di Venezia, sorprende perché racchiude, in poche righe, una triste verità che tutti sanno ma nessuno vuol udire. Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...