09 apr 2015

Fontana delle tette (Treviso)

DSC 6678 1wDSC 6676 1wDSC 6686 1wDSC 6679 1wDSC 6672 1w
La fontana delle tette riproduce un busto ignudo di donna, a dimensioni poco più' che reali, ed è tra i simboli di Treviso quello più' gaudioso. La fontana delle tette venne realizzata nel 1560, all'epoca della Serenissima per volontà del Podestà Leonardo da Ponte che decise di regalarla ai Trevigiani dopo un periodo di siccità.
Era stata collocata in una nicchia, all'angolo tra il Calmaggiore e il Palazzo del Podestà, nell'antica Loggia detta "degli incanti" perché vi si tenevano le aste. Nei tre giorni successivi all'arrivo del nuovo Podestà anziché acqua dai generosi seni zampillava vino, bianco da una parte e rosso dall'altra, che veniva offerto al popolo in festa.
Così' continuò per secoli fino alla fine del Settecento quando, con la caduta della Serenissima, la fontana fu considerata dai francesi simbolo del potere che inebria il popolo e per spregio mutilata. Così' deturpata, la scultura era stata prima abbandonata poi recuperata e conservata presso Casa da Noal. Sottratta dunque per molto tempo alla vista dei cittadini, un gentiluomo trevigiano ne aveva fatto eseguire una copia (per quello che era possibile immaginare dell'originale) allo scultore moderno peruviano Miguel Miranda.
La nuova fontana è da allora visibile nel cortiletto della Galleria della strada romana. Da qualche anno anche l'originale è stato esposto sotto la Loggia del Palazzo dei Trecento, in Piazza dei Signori, chiuso dentro una teca di vetro per evitare ulteriori scempi.
Da: Guida di Treviso - Canova Edizioni Treviso

4 commenti:

Claudio ha detto...

Più che negativo segno del "potere che inebria il popolo",mi piace vedere nel significato di questa statua la naturale quanto straordinaria propensione della donna di donare la vita e tutta sé stessa per il bene del mondo,doti che vengono troppo spesso misconosciute.

stephanie dupont ha detto...

bisogna che torno anche a treviso !!!!!!..buon week end a tutti....

Mercè ha detto...

Una bella scultura con una storia molto interessante.

Oscar ha detto...

Claudio: molto bello e profondo il tuo commento

stephanie: Treviso ti aspetta

Mercè: grazie. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...