6 mar 2015

Vitraria Glass+A Museum

DSC 5763

Al secondo piano del Palazzo Barbarigo Nani Mocenigo sono esposte opere che, ispirandosi al vetro e utilizzando materiali di varia natura, trasportano il visitatore nel mondo del design, dell'artigianato, della tecnologia, dell'architettura e persino della musica. Se vi ricordate in questo post vi avevo parlato di "ilLUsion" un lampadario davvero particolare che è stato realizzato, in vetro soffiato, dal designer e maestro del vetro Fabio Fornasier (vedi foto alla fine di questo post).
Pensate che queste prime due opere sono state realizzate (quella sopra) comprimendo una lunga pellicola colorata all'interno di un contenitore in plexiglass e (quella sotto) pigiando la pellicola di un film all'interno di un'altro contenitore trasparente. Entrambi le opere, illuminate dalla luce proveniente dall'esterno del Palazzo, creano come potete notare bellissimi effetti policromiDSC 5756DSC 5768DSC 5750DSC 5751DSC 5753DSC 5748DSC 5764DSC 5778DSC 5771DSC 5772

Considerata la posizione del Palazzo…come faccio a non rivolgere lo sguardo anche all'esterno?DSC 5786

Dopo aver superato l'ingresso principale, nel quale è stata posizionata la reception, si accede ai piani tramite una comoda scala (questa è la parete di uno dei pianerottoli) oppure utilizzando un ascensore un po' datato, ma mi dicono ancora funzionanteDSC 5742

Al piano terra oltre alla reception c'è un piccolo negozio e al primo piano il bar (entrambi molto carini). Il personale è costituito da ragazzi giovani che ho trovato gentili e disponibiliDSC 5806

2 commenti:

Claudio ha detto...

In questo caso l'antico si fonde perfettamente con il contemporaneo in quanto quest'ultimo è figlio di materiale e tecniche di lavorazione secolari.
Belle le vedute esterne ove,credo di non sbagliare,dietro quelle vecchie casette si indovina lo squero più famoso di Venezia.

Oscar ha detto...

Claudio: vero. Bello veder "rinascere" un Palazzo così' bello e scoprire che il suo "volto" è quello di sempre ma la sua "cuore" pulsa ancora per tutti noi. Mi piace la contemporaneità unita alla classicità quando la prima non opprime la seconda.
Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...