17 feb 2015

"Muso da porton"

DSC 4988 3w

7 commenti:

Claudio ha detto...

Quando da Piazza S. Marco ci si inoltra per Calle Larga Ventidue Marzo proseguendo in direzione Campo S. Maurizio,inevitabilmente si giunge alla confluenza tra una calle,un ponte ed una fondamenta,tutti denominati con il toponimo "De Le Ostreghe".
In questo luogo,pressochè all'inizio delle fondamenta,e precisamente in corrispondenza del civico 2353 potrete notare un portoncino bugnato a motivi romboidali; e qui,appunto nelle grandi specchiature centrali appaiono,ospitati al centro di decori fitomorfi scolpiti su legno,altrettante maniglie fisse in bronzo raffiguranti dei semibusti,inequivocabilmente ispirati a Giuseppe Garibaldi.
L'espressione seria,quasi cupa,dell'"Eroe dei due mondi" compendia l'essenza di una vita nettamente avventurosa e densa di drammi,anche strettamente personali.
Risulta evidente,come già accennato relativamente ad altri personaggi celebri,che i due manufatti in questione non possono essere datati quanto numerosi altri presenti sulle porte di Venezia;gli esemplari fotografati da Oscar possono essere fatti risalire,per evidenti ragioni storiche ed anagrafiche,agli ultimi anni dell'ottocento,se non addirittura ai primi del secolo scorso.

stephanie dupont ha detto...

mi senbrava di averlo gia visto...e anche fotografato questo muso...grazie Claudio per i tuoi post sempre interessanti....bella serata a tutti.....

Oscar ha detto...

Claudio e stephanie: grazie per il commento

Mercè ha detto...

Si potrebbe fare un libro di muso da porton Veneziani data la quantità e la qualità di loro

Oscar ha detto...

Mercè: i libri che trattano questo argomento ci sono già. Li trovi in libreria (soprattutto a Venezia). Ciao

VenetiaMicio ha detto...

Je suis toujours aussi surprise de voir que tu en découvres encore autant, personnellement je n'en vois plus.
Merci pour ce beau partage.
Baci
Danielle

Oscar ha detto...

VenetiaMicio: merci a toi. Baci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...