5 gen 2015

Belluno

Belluno 05 01 2015 N1
Andiamo a visitare Belluno e il suo bel centro storico. Per farlo preferisco lasciare la mia auto nel comodissimo parcheggio di Lambioi. Qui la posso lasciare dalle 8,00 alle 19,00 per 1 euro, nei giorni festivi, e spendendo soli pochi euro nei giorni ferialiBelluno 05 01 2015 N2
Dal parcheggio partono le scale mobili (servizio gratuito) che consentono un rapido collegamento (5 minuti) con la centralissima Piazza Duomo che vi consiglio vivamente di vedereBelluno 05 01 2015 N3Belluno 05 01 2015 N4
nella foto sopra: il parcheggio e il Fiume Piave che attraversa la cittàBelluno 05 01 2015 N5
Palazzo dei Rettori: è stata la sede, per quasi quattrocento anni, dei rettori veneti che governavano Belluno e il suo territorio. Ora appartiene al patrimonio dell’Ente Provincia ed è sede della Prefettura.
Su un preesistente e più arretrato edificio fortificato, realizzato a partire dal 1409 (e completamente bruciato nel 1802), venne aggiunta nel 1491 dal rettore veneto Matteo Tiepolo, sul lato ovest, una prima loggia lombardesca a due piani, poggiante su tre archi. Nel 1496 fu adottato un progetto di ampliamento disegnato dal veneziano Giovanni Candi (l’autore del “bovolo” di palazzo Contarini a Venezia), più volte interrotto fino alla crisi seguita alla guerra di Cambray. Venne infine completato nel 1536 durante il rettorato di Girolamo Arimondo.
Tra il 1536 ed il 1547 venne innalzata la torretta dell’orologio, progettata dal fiesolano Valerio da San Vittore. Sulla facciata sono incastonati stemmi e busti di rettori veneti dei secoli XV-XVII (tratto da provincia.belluno.it) Belluno 05 01 2015 N6
Come potete notare il Palazzo è davvero splendido. Vi segnalo solo due dei tanti particolari che andrebbero visti più' da vicino Belluno 05 01 2015 N7 Belluno 05 01 2015 N8 Belluno 05 01 2015 N9 Belluno 05 01 2015 N10
Da notare la quattrocentesca fontana con la statua di S. Gioatà Belluno 05 01 2015 N11
Sulla destra l'antica sede vescovile oggi Auditorium comunale.
"anticamente palazzo fortificato sede dei vescovi-conti, secondo la tradizione il palazzo venne eretto, o più probabilmente ampliato e rafforzato, alla fine del XII secolo. La torre civica regge la campana al cui suono, dal 1403, si riuniva il Maggior Consiglio cittadino. Danneggiato dal terremoto del 1873, subì un totale rimaneggiamento cui si sommarono gli interventi sulla facciata seguiti al nuovo sisma del 1936. Già sede del Tribunale, ora è adibito ad Auditorium comunale. Nell’atrio è conservato il lapidario Romano con importanti testimonianze del municipium romano" tratto da camminogregoriano.wordpress.comCartina 1Cartina 2Cartina 3

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...