24/apr/2014

Vera da pozzo

DSC 8865 01DSC 8860 02DSC 8832 03DSC 8853 06DSC 8855 07DSC 8852 09DSC 8862 08DSC 8834 04DSC 8838 10

4 commenti:

Claudio ha detto...

L'antichissima vera da pozzo di questo post,di sesto ottagonale e realizzata in marmo rosso di Verona,è posta su una base circolare costituita da analogo materiale ma che potrebbe trattarsi del tipo "giallo di Siena";quest'ultimo anello marmoreo è sporgente dalla pavimentazione nella parte non mostrata dalle immagini di Oscar,dove in esso è stato ricavato un foro discretamente ampio(se ne può notare una piccola porzione nell'ultima foto,sulla sinistra della fontana),che potrebbe essere forse servito da sede per un secchio onde
evitarne il malaugurato rovesciamento e la dispersione dell'allora prezioso liquido: ma chissà,invece a tutt'altro scopo.
Ma torniamo alla vera propriamente detta,la quale non è trascendentalmente bella,come talvolta succede, per effetto di
particolari decori che in questo caso si limitano a cornici e riquadri bugnati piuttosto lineari,
quanto per gli evidenti segni che il passare dei secoli ha prodotto su di essa,come le inevitabili sbrecciature dei bordi del puteale poligonale ed il profondo incavo causato nello stesso dallo strisciamento della fune a cui era assicurato il recipiente di pescaggio dell'acqua.
Da notare che anche in questo caso il deficiente di turno non ha mancato di oltraggiare questo bel manufatto con vernice spray.
Non può passare inosservato il massiccio coperchio in ferro forgiato il quale, pur non essendo forse in ogni sua parte coevo al pozzo (vedi ad es. il particolare in lamiera striata),rappresenta una discreta opera di forgiatura,seppure eseguita con intenti meramente funzionali.
E proprio riguardo alle modalità d'uso di questo coperchio,non essendo riuscito a capacitarmene,chiedo l'aiuto di chi ne sapesse più di me: pur analizzando la sua suddivisione in più parti, la posizione dei cardini,del tripode di appoggio e della carrucola,non sono riuscito ad ipotizzare un funzionamento che potesse sembrare plausibile.
Qualcuno ha qualcosa da suggerire in merito?

Oscar ha detto...

Claudio: davvero interessante il tuo commento. Questa vera da pozzo mi ha sempre colpito per i materiali impiegati per la sua realizzazione. Quelle in marmo rosso di Verona spiccano sempre.
Anche io, come hai fatti tu, ho osservato a lungo il coperchio ed ho cercato di ipotizzare la corretta apertura delle sezioni senza pero' riuscire a trovare una soluzione plausibile. Mi auguro anche io che qualche altro lettore possa aggiungere qualche dettaglio utile in questo senso.

ytaba36 ha detto...

I've often stood and looked at the top of this well-head, and wondered exactly as you and Claudio: how did it work? In fact, quite a few in Venice have me puzzled.

Yvonne

stephanie dupont ha detto...

piu guardavo questa vera da pozzo e piu mi dicevo quanta e bella..e quasi salva da graffiti..purtroppo come dice Claudio il deficiente di turno e passato...grazie del tuo commento...sempre molto informativo.....ciao a tutti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...