4 apr 2014

Feltre

DSC 8704DSC 8571DSC 8546DSC 8612DSC 8542DSC 8597DSC 8603DSC 8589DSC 8579DSC 8661DSC 8586

3 commenti:

luci ha detto...

Scusate....… non centra con il post ma mi sembra interessante
http://www.veneziarivelata.it/performance-25-4-2014/

Claudio ha detto...

Prosegue il resoconto che Oscar gentilmente ci offre della sua visita a Feltre e ove non mancano elementi di interesse quali:
facciate di palazzi finemente dipinte;un bel sovraporta con fregi fitomorfi e monogrammi,sovrastato da un bel mascherone barbuto lapideo in chiave di volta;un portone ligneo completamente scolpito con figure leonine rampanti affrontate sulle ante ed aquila ad ali spiegate oltre a cinque teste umane disposte a raggiera sul sovraporta.
Naturalmente le immagini che più mi hanno colpito non potevano che essere quelle riguardante i due battagli.
Il primo,abbastanza comune,rappresenta in sembianze di volto femminile l'allegoria della flora,come si può evincere dalla folta chioma della figura,formata da foglie e frutti;non è facile stabilire dall'aspetto esteriore se il manufatto sia stato realizzato in ferro o in bronzo,ma l'aspetto rugginoso del danneggiamento presente sulla fascia in fronte alla figura mi fa propendere per la prima ipotesi.
Il secondo battaglio è di ben altra levatura;esso ripercorre la classica forma a lira tipica degli esemplari rinascimentali veneziani: è composto da due sinuosi tritoni(delfini), simmetrici,cavalcati da altrettanti putti;gli animali,dai corpi squamosi,intrecciano sul punto di snodo del battaglio le loro lunghe code desinenti in foglie d'acanto.
Una borchia d'attacco,non leggibile dalla foto, è presente sull'anta lignea; i due tritoni afferrano con le loro bocche una conchiglia di Saint Jacques dalla quale si diparte verso l'alto la figura centrale del manufatto,un sinuoso corpo nudo di giovane donna,che potremmo definire in posa "botticelliana",verosimilmente ascrivibile ad una delle Nereidi,ninfe marine figlie di Nereo e Doride,considerate creature immortali e di natura benevola.
Il battaglio è realizzato in bronzo,come si può dedurre dai caldi riflessi che emergono dagli arti inferiori dellla figura centrale,che evidentemente costituscono gli elementi più atti alla presa della mano.
Non voglio impegnarmi,basandomi su singole immagini,circa la datazione dei due esemplari,in quanto entrambi le tipologie, di origine rinascimentale,sono state
riprodotte in epoche relativamente più recenti.
Sono comunque manufatti,specialmente il secondo,particolarmente apprezzabili.

Oscar ha detto...

luci: ho visto. Grassie

Claudio: chapeau

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...