17 mar 2014

Riflessi veneziani

Riflessi veneziani 2014 1

3 commenti:

Claudio ha detto...

Oscar: una ulteriore piacevole immagine della serie "Riflessi veneziani" che tanto mi intrigano per motivazioni già esposte e sempre valide ma con le quali non voglio ripetermi.
Ciò che stavolta attira la mia attenzione è la presenza di una singola figura umana così desueta nelle tue foto,spesso per mere ragioni di orario,ma anche,almeno credo,per una tua sorta di "pudore" nel cogliere il privato delle persone a loro insaputa; condivido questa forma di rispetto della privacy personale,che è la stessa che è evidente nelle mie foto,o meglio in quelle che scattavo più frequentemente in tempi passati.
Una domanda: hai mai provato a pubblicare una di queste immagini capovolgendola? Credo che l'effetto di una Venezia reale e di quella virtuale invertite di posizione potrebbe avere un effetto suggestivo.
Se ho detto una sciocchezza abbi pazienza,ed archiviala insieme alle mie numerose altre.
Ciao.

stephanie dupont ha detto...

ma che bella questa foto con i riflessi...favolosa....anch io cerco sempre di non avere persone sulle mie foto...e quando non si puo fare a meno...ben cerco di farsi che non si vedono troppo....guarda claudio che mi fai ridere....e sai perche??? non hai detto nessuna sciocchezza per me...anzi...perche io lo gia fatto di capovolgere una foto con i riflessi,o delle foto con l acqua alta..fa un effeto dipinto,un po surreale...e le gente si chiede...ma come ha fatto a fare questa foto....da ridere veramente....bell serata compagnia !!!

Oscar ha detto...

Claudio e stephanie: ho a lungo riflettuto prima di pubblicare questa foto. Dopo averla visionata sul mio Mac ho subito realizzato che pur avendo un bel gioco di riflessi era "piatta" e mancante di quel poco di sole che probabilmente l'avrebbe resa più' "magica".
E' stata scattata verso la fine della passeggiata di sabato scorso in una Venezia parzialmente coperta dalla nebbia. Una nebbia che ha concesso poche chances al sole di rivelarsi. Ma si sa che molto spesso la foto ti permette di "fissare" momenti irripetibili siano essi piacevoli o meno e così' in quel momento il mio sguardo ha colto ciò' che vedete e che la reflex ha trasposto in una foto. Una foto "piatta"...una cartolina colorata che comunque ho deciso di pubblicare perché, al di là dei difetti visibili, a mio parere esprime:
-una Venezia di oggi che trovo popolata da tante persone anziane;
-una città immutabile che si aggiorna, si evolve, ma rimane comunque la Venezia che conosco sin da quando ero bambino;
-una Venezia eternamente sospesa tra cielo e mare in cui, ancora oggi, il rumore udibile più' intenso è un silenzio che ci permette di cogliere anche le nostre sensazioni più' intime

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...