29 gen 2014

"Muso da porton"

DSC 7173 wDSC 7182 wDSC 7168 wDSC 7177 w

5 commenti:

stephanie dupont ha detto...

ahhhhh finalmente hai dato del lavoro a claudio,oscar..!!!!io posso solo dire che e bellissimo...che dettagli nella tua foto,veramente a bella!!!...tornero a leggere che ha da dire claudio quando si svegliera !!!! bella giornata a tutti

Claudio ha detto...

E accontentiamo stephanie, mattiniera come sempre,a cui mando un saluto...

Come avrete avuto già modo di constatare le antiche porte di Venezia abbondano di manufatti metallici di diverse dimensioni e importanza ma tutti molto interessanti;tra questi è
particolarmente numerosa la categoria delle maniglie "derivate" da quelle dette "a pomolo",che nella città lagunare si sono evolute in piccoli mezzibusti raffiguranti svariate specie di animali e,naturalmente, personaggi umani di ogni età e caratteristica somatica.
Tra questi non mancano rappresentazioni di personaggi famosi della storia e della letteratura italiane,quali Alessandro Manzoni,Dante Alighieri e,come nel caso di questo post,Giuseppe Garibaldi.
Questi esemplari ottocenteschi fotografati da Oscar sono inequivocabilmente fusi in bronzo e sono sistemati in una porta al centro di grate protettive
che possono essere coeve alle maniglie se non posteriori ad esse:chissà se questi bustini dell'Eroe dei Due Mondi avevano
un'altra collocazione precedente all'attuale.
C'è da dire che a Venezia esistono non di rado diverse rappresentazioni dello stesso soggetto;questo è determinato dalla produzione nel tempo di repliche per mano di differenti artigiani fonditori.
E gli esemplari odierni non fanno eccezione a ciò:infatti,almeno in Fondamenta de le Ostreghe,al 2353 di S.Marco,si può ammirare un bel portoncino ligneo a bugne romboidali che ospita due maniglie dello stesso soggetto,sempre bronzee (naturalmente già riprese ed archiviate da Oscar,vedi "Le teste o musi da porton"),che ritengo superiori per esecuzione a quelle del presente post:sono migliori nel tratto,più dettagliate nei particolari e l'intensa espressione del personaggio sintetizza il senso della sua avventurosa esistenza:inoltre i due busti sono contornati da un rosone ligneo in rilievo composto da foglie di quercia:questa simbologia,riferita a forza, virilità e valore in campo militare non appare casuale.
Un saluto a quanti avranno avuto la bontà (e la pazienza) di leggermi.

stephanie dupont ha detto...

sono tornata...ciao claudio,e proprio bello leggere tutto quello che tu sai,e che gentilmente condividi con noi,sono cosi belli tutti questi musi da porton,e anche i portoni stessi !!!!! e quelli che dici tu ,in fondamenta de le ostreghe,gli ho visti e fotografati anch io,sono favolosi...
grazie a te,un caro saluto e buona serata a tutti !!!

Alex ha detto...

Uauuuuuu che bel muso de porton!!! E dopo il tutto incorniciato con le informazioni dettagliate di Claudio che sciuscitano un interesse enorme!!! Un salutone Alex

Oscar ha detto...

stephanie: 6,55! hai battuto il tuo record personale! Non sono più' l'unico che si sveglia prestissimo

Claudio: 19,04! ci hai tenuto a lungo con il fiato sospeso. Il tuo commento testimonia tutta la tua passione e ci fornisce utili informazioni a meglio comprendere queste opere d'arte minore che per la maggior parte dei visitatori sono solo oggetti che compongono il paesaggio…

Alex: una saluto anche a te

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...