19 nov 2013

A spasso per Venezia con Paola

DSC 5525

Ho avuto il piacere di conoscere Paola nell'ottobre dell'anno scorso (vedi il post a lei dedicato). Dopo quell'incontro ci siamo sentiti poco in quanto mi aveva informato di essersi infortunata scendendo da un treno e che questo incidente la costringeva ad un riposo forzato. Qualche settimana fa, ripensando a lei ed ai suoi progetti, decisi di inviarle una mail per accertarmi sullo stato della sua salute. Paola mi rispose che il peggio era passato, che ora si sentiva in forma e che avremmo potuto incontrarci a Venezia per prendere un caffè insieme. Da li' sono seguite altre mail e infine Paola mi ha proposto di seguirmi in una delle mie passeggiate mattutine.
Le chiesi: "sei proprio sicura? Lo sai che arrivo in città molto presto". Mi rispose che per una volta avrebbe fatto un'eccezione. Avevamo stabilito di incontrarci alle 6,00 al Ponte delle Guglie e di fare colazione al bar della Nini che a quell'ora è uno dei rarissimi bar già aperti. Paola arrivo' puntualissima e dopo un caffè ed una brioche decidemmo di metterci in cammino…si, ma in quale direzione? Lei mi disse: "vai dove vuoi io ti seguo" e io le risposi: "io non ho un itinerario prefissato da seguire, preferisco andare dove mi porta il vento" Lei sorrise e iniziammo a gironzolare per la città.
Paola non è veneziana di origine, ma abita qui da trent'anni. Fa parte di quella schiera di persone (ne conosco altre) che hanno deciso di stabilirsi definitivamente a Venezia. Ama e conosce molto bene la città e, durante il cammino, me lo dimostra a più' riprese illustrandomi i luoghi da noi visitati, suggerendomi di osservare particolari che non avevo mai notato prima, descrivendone l'origine, il significato o la storia a loro connessa. Persona schietta e sincera mi ha fatto riflettere sui veneziani che lasciano la città e sulle persone che invece, come lei, arrivando da fuori, creano un utile "ricambio" ad una città dai mille problemi che in loro trova nuovi paladini pronti a tutelarla e a difenderla. Durante il cammino ci fermiamo spesso ad osservare le Corti, i Palazzi, le Chiese, i Campi e tutto ciò' che attira la nostra attenzione. Ci scambiamo informazioni suoi nostri progetti futuri. Sapevo che era sua intenzione pubblicare altri libri così' le chiesi a che punto fosse il suo lavoro. Passammo davanti alla vetrina di una libreria e lei mi mostro' il libro appena uscito che si intitola "I Tesori di Venezia". Mi spiego' che lo aveva realizzato in collaborazione con Dario Cestaro un bravissimo illustratore. E' un libro che racchiude i monumenti più' famosi di Venezia che, sfogliando le pagine, diventano tridimensionali grazie alla tecnica del pop-upDSC 5502

Qui sotto potete vedere alcune foto che Paola mi ha permesso di fare al libro. Vi consiglio di andarlo a vedere di persona. A me è piaciuto molto e son sicuro che piacerà a voi ed ai vostri bimbiDSC 5498DSC 5496DSC 5497DSC 5499DSC 5500DSC 5501

Pensate che Paola abita proprio qui a pochi metri dalla statua del Sior Rioba e la sua casa, che è anche un piccolo Bed & breakfast, è adiacente a quella dell'illustre pittore Tintoretto. Niente male come posizione. Che ne dite? 0201

8 commenti:

Claudio ha detto...

Oscar,che bello avere degli amici,magari pochi,ma che condividano le nostre passioni.
Gli amici,quelli giusti,scaldano l'anima.
Non voglio nascondere che vi invidio un poco quella passeggiata per Venezia,alla "va dove ti porta il cuore",iniziata con quel caffè e brioche,sicuramente ancora calde.
Ho sinceramente apprezzato la foto di Paola con i capelli al vento ed il suo sorriso:deve essere una persona speciale,per essere divenuta tua amica.
Intrigante la sua scelta di vivere a Venezia(e in che luogo!),che mi ha fatto riflettere:sarebbe certo bello anche per me,ma quasi sempre abbiamo lacci e lacciuoli che ci ancorano alle nostre radici.
Ma non voglio nascondermi che ci vorrebbe un pò di determinazione in più.
Quindi un saluto a Paola(anche se non ci conosciamo)e sinceri complimenti per il modo davvero originale che ha scelto per illustrare Venezia.
Ciao.

Oscar ha detto...

Claudio: da ciò' che scrivi traspare evidente il fatto che anche tu, come me, hai intravisto nel viso di Paola lo spirito di una persona un po' speciale. Purtroppo la nostra scrittrice è un po' timida e temo mi costringerà a togliere la sua foto dal post. Staremo a vedere...

Claudio ha detto...

Bene!
La timidezza non di rado cela uno scrigno di insospettate doti,da scoprire con calma,una alla volta.

Oscar ha detto...

Claudio: la foto è stata rimossa come richiesto dalla scrittrice

Anonimo ha detto...

ho avuto il piacere di conoscere Paola 10 anni fa: ci ha accompagnato per Venezia come usavo fare da bambina . E' stata un'esperienza che conservo gelosamente. Paola è una persona speciale con una discrezione che la contraddistingue e la caratterizza. Nei colori del suo nuovo libro la sento e condivido.
Grazie Oscar per averla fatta conoscere e grazie per il rispetto
che hai per tutti e tutto.
Un saluto
Clelia
padova

Oscar ha detto...

Clelia: grazie a te davvero per il commento

stephanie dupont ha detto...

mi assoccio a dire che e una fortuna avere amici che condividono la nostra stessa passione,il suo libro senmbra proprio magico,andro a vederlo a la mia prossima visita a venezia.....ciaoooo

Oscar ha detto...

stephanie: buona idea. Meglio infatti vederlo di persona in libreria. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...