21 lug 2013

Il "Campo dei miracoli"

DSC 2322
Domenica 21 luglio. Mattina presto. Ieri sera, in occasione della Festa del Redentore, Venezia ha festeggiato con i tradizionali fuochi d'artificio. Di solito quando arrivo cosi' presto trovo la stazione e la città deserta. Stamattina invece l'interno e l'esterno della stazione erano stati trasformati in grandi dormitori ed ho visto parecchia gente anche per le calli veneziane. Immondizie quasi ovunque, bottiglie rotte e molto altro (che preferisco non descrivere). Non a caso ho deciso passare di qua per quello che, a mio avviso, è il campo…dei miracoli. I…miracoli compiuti da chi pazientemente ripulisce questo schifo e quelli compiuti dalla brava gente che si prodiga a conciarlo in questo stato.DSC 2323DSC 2324DSC 2325DSC 2326DSC 2327DSC 2329DSC 2330DSC 2331DSC 2332DSC 2333DSC 2334

9 commenti:

ytaba36 ha detto...

What a sad, sad mess. I feel sorry for the residents around this Campo in Dorsoduro, do they ever get a good sleep? The sanitation workers are angels.

Emma Reese ha detto...

Vergogna! Venezia merita meglio.

Claudio ha detto...

Oscar,in effetti il termine "vergogna" è il primo che affiora.
A parziale discolpa degli incivili che hanno così ridotto il Campo c'è però da osservare che i cesti per i rifiuti sono strapieni e che nessuno,usando l'esperienza ed il buon senso,ha pensato di aggiungerne preventivamente degli altri.

Oscar ha detto...

ytaba: "do they ever get a good sleep?" ..only god knows it. I saw a lot of garbage almost everywhere but this campo was really disgusting...

Emma: hai ragione

Claudio: è vero i cestini non sono sufficienti ma ti garantisco che se avessi una carta in mano e li vedessi già pieni me la porterei a casa piuttosto che gettarla per terra. Penso sia solo una questione di buona educazione

Totirakapon ha detto...

Venise est une devenue un "Dysneyland pré-fasciste" !

luci ha detto...

“Rispetta la strada. L’educazione d’un popolo si giudica innanzi tutto dal contegno ch’egli tien per la strada. Dove troverai la villania per le strade, troverai la villania nelle case. E studiale, le strade, studia la città dove vivi; se domani tu ne fossi sbalestrato lontano, saresti lieto d’averla presente bene alla memoria, di poterla ripercorrere tutta col pensiero, - la tua città, la tua piccola patria, - quella che è stata per tanti anni il tuo mondo, - dove hai fatto i primi passi al fianco di tua madre, provato le prime commozioni, aperto la mente alle prime idee, trovato i primi amici. Essa è stata una madre per te: t’ha istruito, dilettato, protetto. Studiala nelle sue strade e nella sua gente, - ed amala, - e quando la senti ingiuriare, difendila”
Edmondo De Amicis in Cuore

Oscar ha detto...

Totirakapon: nous ne devrions pas être trop pessimiste

luci: stavolta devo farlo io...clap clap clap

stephanie dupont ha detto...

l hanno ridotto cosi dopo l una di notte perche sono passata di gli dopo i fuochi e non era cosi...che robe brutte..communque c era tanta anche durante la notte a fare casino!!

Elio ha detto...

Ho già commentato più sopra, ma non posso esimermi da dire la mia anche qui. Più che vergognosi io direi schifosi. Come si fa a ridurre in questo stato un campo e poi saranno capaci di dire che è colpa del comune perché non ci sono sufficienti pattumiere. Quando esco in bici e mangio qualche barretta energetica, l'involucro lo metto nelle tasche posteriori e lo getto a casa, non sulla strada. Ciao.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...