28 giu 2013

Palazzo Cavalli-Franchetti

Palazzo Franchetti 21

Lo scalone d'onore di Palazzo Cavalli-Franchetti costituisce l'ultima tappa del rinnovamento dell'intero complesso iniziato nel 1878 per volontà del suo proprietario, il barone Raimondo Franchetti. La sua edificazione si concluse nel 1886, dopo quattro anni di lavori. Camillo Boito progettò di innestarlo sull'angolo del Palazzo verso San Vidal per fornire un monumentale e ambizioso accesso ai piani nobili del Palazzo.
Lo scalone è caratterizzato da enormi bifore neogotiche, all'esterno, che si armonizzano allo stile originario del Palazzo e, all'interno, da un tripudio di dipinti e intarsi, di marmi e rilievi, di lampioni e di sculture bronzee, ove la luce, naturale o artificiale, è la protagonista di ogni effetto.Palazzo Franchetti 20Palazzo Franchetti 19Palazzo Franchetti 18Palazzo Franchetti 17Palazzo Franchetti 14Palazzo Franchetti 13Palazzo Franchetti 13aPalazzo Franchetti 12Palazzo Franchetti 08 09Palazzo Franchetti 06 07Palazzo Franchetti 11aPalazzo Franchetti 05Palazzo Franchetti 04Palazzo Franchetti 03Palazzo Franchetti 02

7 commenti:

Claudio ha detto...

Oscar:stupendi gli interni di questo palazzo di origine quattrocentesca e ripetutamente modificato nel tempo con esiti che,a quanto si vede dalle foto,sono apprezzabilissimi.
Si resta stupiti da cosa possono contenere questi gioielli veneziani.
Mi ha piacevolmente sorpreso il constatare che la figura del basilisco è presente negli ornati dipinti e nelle basi dei torcieri a palo a sei luci,splendide fusioni in bronzo di rara qualità.
Evidente la corrispondenza con gli esemplari della facciata di cui abbiamo già trattato.
Complimenti sinceri per il taglio e l'accuratezza esemplari delle tue foto che permettono di rendersi conto esaurientemente della bellezza e della ricchezza degli interni,ridondanti ma per nulla pacchiani.
Ciao e grazie.

luci ha detto...

Scusa Bluoscar se uso il tuo blog per chiedere informazioni a Claudio.
@Claudio- sei sicuro che la figura nei dipinti e nella base dei torcieri sia un basilisco? Hai un link per i torcieri? Un mio amico è interessato al basilisco, alle sue leggende e rappresentazioni in particolare nel Veneto.
Grazie Bluoscar grazie Claudio
Ciao Luci

Claudio ha detto...

Cara Luci,credo innanzitutto di conoscere abbastanza Oscar per credere che non avrà nulla in contrario se utilizziamo la sua creatura,il blog,per scambiarci opinioni circa i contenuti dei post peraltro da lui stesso proposti.
Ma sarà il blogger a risponderti in merito,avendone esclusivo titolo.
Per quanto riguarda la tua domanda,ovvero se sia le figure dipinte negli ornati sia quelle in bronzo della facciata e dei torcieri interni del Palazzo Cavalli-Franchetti rappresentino dei basilischi(intesi come figure del mito,ma non molto difformi dai rettili realmente esistenti:vedi "BASILISCO LUCERTOLA"),debbo onestamente risponderti che la mia è una fondata opinione ma non una certezza assoluta.
Mi spiego.
La mitologia è per sua natura e per la molteplicità delle sue fonti così ampia e varia da non poter essere assolutamente univoca circa la rappresentazione morfologica del vastissimo bestiario fantastico che in parte la caratterizza.
Il basilisco viene descritto talvolta come "Re dei serpenti"
(vedi "BASILISCO MITOLOGIA"),ma rappresentato in questa stessa voce nella stessa Wikipedia con sembianze ben diverse,ad esempio con corpo e becco d'uccello,zampe d'aquila,ali di drago e coda,questa si,serpentiforme.
Potrai trovare altre sembianze del basilisco sotto la funzione "immagini" di Google.
Ti rimando poi a quanto da me esposto nel mio commento nel precedente post sul palazzo in questione:esso riguarda una esposizione di bronzetti tenutasi a Padova nel 2005 dove era mostrato un battaglio del tutto simile alla figura di nostro interesse e definito "Picchiotto a forma di basilisco"(Collezione Vok),che puoi trovare in rete.
Tutto qui ciò che conforta il mio parere.
Capisco la passione del tuo amico per il basilisco,avendo anch'io una particolare predilezione per un altro animale del mito: l'unicorno.
Ti invito ad interpellarmi ogni volta che lo riterrai opportuno,tenendo comunque presenti i miei limiti.
Un saluto a tutti e grazie ad Oscar per l'ospitalità.

Claudio ha detto...

P.s. @ Luci:
Mi spiace ma non dispongo di indicazioni circa links riguardanti i torcieri in questione.
Ciao.

Oscar ha detto...

Claudio e Luci: speravo di potervi essere di aiuto anche io in quanto ho tentato di mettermi in contatto con chi dovrebbe conoscere tutti i "segreti" del Palazzo. Questa persona però non mi ha, per ora, nemmeno degnato di un breve cenno di risposta....
Ciao

luci ha detto...

Grazie ad entrambi .Passerò le foto e i commenti al mio amico.
ciao Luci

Claudio ha detto...

Guarda gli scherzi del caso.
Oggi pomeriggio su RaiUno è stato mandato in onda un film del 2009 ambientato a Venezia,intitolato "la magnifica coppa".
Questa la trama:
Robert, un esperto di sistemi di allarme ormai in pensione, convince la figlia Claudia, una giornalista di successo, ad accompagnarlo nel suo viaggio a Venezia in occasione di un'importante mostra d'arte tenuta dall'ex moglie Louise. Il pezzo forte della mostra è una preziosa coppa appartenuta ad Andrea Doria che, secondo una antica leggenda, qualora venisse rotta, provocherebbe l'affondamento nel mare dell'intera città. Mentre è in corso la cerimonia di apertura, però, la coppa (in vetro) viene rubata e Robert e Claudia si prodigano per rintracciare i responsabili del furto, facendo la conoscenza di Mia, la proprietaria di un ristorante, e del figlio Marco, con cui si crea un clima di complicità e scintille.

Ebbene,non volevo crederci,ma la mostra era ambientata proprio nel palazzo Cavalli Franchetti, inconfondibile quando è stata mostrata la facciata;interessanti anche altre ambientazioni,tra cui quella nello squero di San Trovaso.
Il lungo e certosino lavoro di Oscar mi ha permesso di riconoscere e gustare ancor di più numerosi scorci della città.
Per questo grazie,Oscar.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...