3 giu 2013

Asolo (Treviso)

Asolo 01Asolo 02Asolo 03Asolo 04Asolo 07Asolo 09Asolo 10Asolo 11Asolo 12Asolo 13Asolo 14Asolo 15Asolo 16Asolo 18Asolo 20Asolo 19

6 commenti:

Claudio ha detto...

Asolo piccoli particolari.
Gradisco molto questo tipo di foto,molto più dei panorami poichè,se così ben eseguite,sanno interpretare l'essenza dei luoghi.
Stavolta,caro Oscar,hai scelto di non allegare alcun tuo commento; bene,questa è una tua scelta insindacabile:sappi però,e credo di interpretare anche l'opinione degli altri lettori,che anche poche parole circa le tue sensazioni ci sono molto gradite,al di là della descrizione del contesto per cui le foto parlano ampiamente da sole.
Attenzione,questo che ti faccio non è un rilievo,bensì solo una puntualizzazione che con sincerità ti faccio presente nello spirito di collaborazione che più volte ci siamo ripromessi a vicenda.
Tornando alle immagini,due parole sul battaglio che,dulcis in fundo,completa la tua rassegna:
è un esemplare cinquecentesco con conformazione a lira,eseguito in ferro forgiato e scolpito a scalpello e bulino;tipica dei luoghi la presa per la mano;
le borchie circolari a raggiera,che perimetralmente sembrano fittamente chiodate sull'anta,sono invece realizzate con la tecnica dello sbalzo.
Concludo con il solito rammarico riguardante il fatto che il battaglio sia stato inopportunamente verniciato, così celando almeno in parte i suoi rilievi e la naturale bellezza del ferro battuto d'epoca.
Ciao e a presto.

Oscar ha detto...

Claudio: ti ringrazio per il commento e per la sincerità. Hai ragione. Le foto "parlano da sole" ma anche un semplice commento aiuta il lettore.
A mia discolpa proverò ad esporti le ragioni che mi hanno portato a non scrivere nemmeno una parola:
domenica scorsa, dopo vari tentennamenti dovuti al tempo non ottimale, ho effettuato un'escursione nella bella Asolo. Quando mi trovo fuori casa è per me praticamente impossibile tenere la macchina fotografica, che sempre mi accompagna, chiusa dentro la borsa. La voglia di documentare vince sempre su quella di guardare e basta. Dalle ore 15,00 alle 17, 30 sono riuscito a pigiare il dito sull'otturatore ben 119 volte.
Devi tenere in considerazione il fatto che Asolo dista circa 40 chilometri da casa mia per cui il rientro è avvenuto solo verso le 19,00.
Quando arrivo a casa scarico le foto sul computer e gli do' una rapida occhiata.
Generalmente queste non vengono mai postate subito. Devo guardarle almeno una seconda volta per capire se mi piacciono e se meritano di essere inserite in un post. Ieri sera, lunedi’, le ho guardate con maggior attenzione e ne ho scelto 16 (altre 14 foto sono state inserite in archivio e probabilmente verranno postate in futuro. Le restanti 89 foto sono state cestinate).
Le 16 foto scelte hanno poi subito la fase di postproduzione. A volte capita che una foto richieda solo un ritaglio, una rotazione oppure una correzione cromatica. Altre volte mi capita di perdere tempo magari anche solo per decidere la scaletta secondo la quale le foto debbano essere mostrate. Per farti un esempio: ho iniziato a lavorare sul post alle 22,00 ed l'ho pubblicato alle 23,30.
Sono convinto che le immagini abbiano, molto spesso, piu' forza di qualsiasi parola.
Mi piace comunque raccontare il territorio nel quale vivo attraverso le immagini ma anche fornendo semplici informazioni. Anche un semplice commento richiede voglia di raccontare o raccontarsi. L’inserimento di informazioni richiede invece piu’ tempo in quanto devo documentarmi per evitare di inserire commenti errati.
A volte la passione mi spinge a stare davanti al monitor dalle 21,30/22,00 fino all’una o alle due di notte.
Altre volte spengo il mio Mac alle 23,00.
Ora sono le 00:10 Posto questo commento e vado a letto.
Sono perdonato?
Ciao e grazie ancora per il commento che leggo come prezioso e costruttivo.

Claudio ha detto...

Caro Oscar,voglio prima di tutto manifestarti la mia soddisfazione nel constatare che hai compreso in pieno il senso e le finalità del mio commento.
Avevo peraltro immaginato,anche se per sommi capi,quanto mi esponi,non essendo in effetti possibile presentare ottimi lavori come i tuoi prendendo delle scorciatoie.
Voglio soltanto confermarti che conoscere le tue emozioni relative ai luoghi ripresi è per me fondamentale quanto le immagini,e chiederti,quando possibile,di farne cenno,anche solo con brevi didascalie.
Alla tua ultima domanda non do risposta poichè l'impegno e la passione profusi nel blog sono sin troppo evidenti e non hai assolutamente nulla da farti perdonare.
Approfitto anche per suggerire agli altri lettori di essere più presenti e di aprirsi un poco di più rispetto ai vari argomenti;
lo spazio dei commenti dovrebbe essere a mio avviso una comunità più partecipata,unendo oltre ai classici complimenti anche segnalazioni,impressioni, emozioni,consigli e perchè no,se ritenuto opportuno,
qualche piccola,fondata e costruttiva critica o richiesta.
In tale quadro auspico anche il dialogo tra gli stessi lettori, oltre che principalmente col blogger, naturalmente.
Sono sicuro che Oscar ne sarebbe felice.
Ciao a tutti.

luci ha detto...

Per quanto mi riguarda leggo sempre tutti i post e tutti i commenti di questo blog ma per scrivere ci vuole più tempo e , a volte, anche più competenze. E proprio per far vedere che seguo , interagisco e se posso collaboro per questo ME-RA-VI-GLIO-SO blog vi invito a “gustarvi” http://www.youtube.com/watch?v=159R8w4OniU
Ciao Luci

Oscar ha detto...

luci: lo so. Molti post contenuti in questo blog sono nati grazie a tue segnalazioni. Ho visto il video: bella musica e commoventi le immagini. I luoghi prescelti sono fantastici e mi piace molto come il regista ha interpretato la città. Grazie ancora

Claudio ha detto...

Luci:splendido il video da te segnalato,con un brano molto delicato,colonna sonora di una Venezia protagonista, reale ma anche onirica,con le sue gondole fantasticamente sospese nello spazio e nel tempo.
Tutto ciò mi ha provocato un brivido.
Grazie davvero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...