20 apr 2013

Merletti in ferro battuto

DSC 7675 w

2 commenti:

Claudio ha detto...

Oscar,il titolo del post con cui ci presenti l'immagine di una grata ornamentale sembrerebbe essere perfettamente calzante con la natura del soggetto.
Ma perchè ho usato il verbo al condizionale?
Lo vedremo tra poco,ora passiamo ad una breve descrizione.
La grata,di sesto quadrato,è realizzata in ferro massello a sezione quadra e composta da girali di diversa forma e dimensione e da quattro decori a lancia in ciascun angolo,il tutto unito mediante fascettatura;nella confluenza di tali elementi nella parte centrale è applicato un decoro floreale.
L'insieme è perimetrato da una cornice di ferro piatto che è fissata all'anta della porta.
Ed ora spiego il motivo del dubbio che ho circa l'esatta natura del materiale.
Anticamente questi lavori erano realizzati in ferro forgiato,ovvero,come abbiamo detto più volte,i profili erano ricavati dal fabbro lavorando delle billette(delle masse metalliche grezze di medie dimensioni), battendo e ribattendo a caldo il metallo sino a portarlo alle dimensioni volute;nel nostro caso le forme a girale venivano poi ottenute curvando il profilo tra appositi perni opportunamente piazzati sul piano di lavoro.
Più tardi,e già da parecchi
decenni,si trova comunemente in commercio un'ampia gamma di elementi in ferro delle più svariate forme,prodotti a macchina per estrusione o trafilatura, pronti per essere utilizzati per la costruzione di ringhiere, cancelli o appunto grate,ecc.
L'uso di queste due categorie di materiali porta ad ottenere naturalmente prodotti nettamente diversi per caratteristiche e pregio.
Gli antichi manufatti realizzati a mano sono costituiti da elementi simili ma non identici,e presentano tutte le caratteristiche tipiche del ferro battuto,quali una durezza superficiale notevole ed una sostanziale inalterabilità rispetto agli agenti atmosferici;
le realizzazioni più recenti sono invece composte mediante elementi modulari pressochè identici tra loro,e soffrono dei difetti del ferro "dolce",e cioè una limitata durezza ed un certo grado di attaccabilità dalle intemperie.
Tornando all'esemplare in questione,osservando la fattura
dei componenti e lo stato di ossidazione di alcune sue parti,resto incerto se possa trattarsi di opera antica o solo di vecchia manifattura.
Sono certo che la cosa ai più interesserà poco o nulla,ma spero almeno che queste righe possano servire a chi intendesse voler analizzare queste realizzazioni con maggior cognizione di causa.
Un saluto a tutti.

Oscar ha detto...

Claudio: Sono daccordo con la tua analisi. Non essendo un conoscitore della materia come invece dimostri essere tu devo precisare che a volte raccolgo con questa etichetta anche manufatti che non sono in ferro battuto. Lo faccio per comodità e prediligendo la composizione fotografica rispetto al materiale vero e proprio utilizzato. Ciao e grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...