13 gen 2013

Bassano del Grappa (Vicenza)

DSC 5236 1w

La passeggiata di ieri a Venezia è stata davvero piacevole. La temperatura era mite e l'alba mi ha regalato una luce splendida che spero di aver colto nel migliore dei modi (a breve vi proporrò le immagini raccolte). Le previsioni del tempo annunciavano un peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dal tardo pomeriggio di oggi domenica 13 per cui ne ho approfittato (la pioggia è infatti arrivata puntuale solo verso le 17,00) per visitare Bassano del Grappa. A questa località ho già dedicato alcuni posts (vedi "Bassano del Grappa") e ne seguiranno molti altri in quanto amo molto questo luogo che mi regala sempre grandi emozioni durante tutte le stagioni dell'anno. Visitare Bassano e non transitare per il Ponte Vecchio è, almeno per me, praticamente impossibile e se non ho l'occasione di passarci sopra allora gli dò sempre un'occhiata almeno da lontano. Questa è la vista del Ponte che si gode dalla terrazza di Palazzo Sturm (sede del Museo della Ceramica e Museo Remondini).
"Il Ponte Vecchio è diventato nel corso dei secoli il simbolo della città. Noto anche come Ponte di Palladio o il Ponte degli Alpini, è una presenza viva nel territorio e il legame che lo unisce ai bassanesi è fortissimo. La prima data certa della presenza di un Ponte in questa zona è il 1209, ma già dal XII secolo vi sono notizie certe della sua presenza. Un tempo era fondamentale come via di comunicazione tra il territorio vicentino e quello bassanese (sulla testata occidentale era segnato il confine tra i due territori e i gabellieri controllavano il traffico).
A causa degli eventi bellici e delle "brentane" (le improvvise e violente piene del fiume Brenta) esso fu ripetutamente distrutto e quindi ricostruito, sempre fedelmente al disegno che Palladio realizzò nel 1569: quattro piloni frangiflutti trapezoidali su cui poggia l'impalcato, coperto da una serie continua di capriate. Il legno permette una maggiore elasticità rispetto alla pietra e quindi una maggiore resistenza alla violenza dell'acqua (l'unica versione in pietra non durò nemmeno sei anni). Il ritmo dei pilastri, le nervature lignee e le balaustre dei parapetti modificano ad ogni passo e in ogni ora della giornata la visione e l'atmosfera sempre ricca di fascino. La Grapperia Nardini, sulla parte destra del Ponte, è uno tra i cento locali storici d'Italia e, sulla sinistra, la Taverna al Ponte, detta Taverna degli Alpini, nella quale è presente il Museo degli Alpini. Splendido il panorama sulla Valsugana"
Da Ufficio IAT Bassano del Grappa (informazione accoglienza turistica)
iat.bassano@provincia.vicenza.it

6 commenti:

luci ha detto...

Anch’io oggi ero a Bassano per cercare la patera…... L’ho trovata! Ho fotografato le porte con i musi da porton e il battaglio con il leone, ho trovato un battaglio come questo http://bluoscar.blogspot.it/2011/07/battagli.html, un mascheron e sono stata su questa terrazza. E tu?
Ciao Luci

stephanie dupont ha detto...

bella bassano soprattuto con questa luce..!!!!ciaooooooooo

Oscar ha detto...

luci: questa è concorrenza sleale...e poi...tu giochi in casa. Io mi sono accomodato in un bar del centro davanti ad un "macchiatone" buonissimo. Mi sono goduto, attraverso i vetri del locale, il via vai della gente, ho chiaccherato un po' e poi mi sono dedicato allo shopping (qui i negozietti deliziosi non mancano proprio). Era mia intenzione visitare il Museo della Ceramica ma ormai era troppo tardi. Sarà (spero) per domenica prossima. Ciao!

stephanie dupont: hai già visitato Bassano del Grappa?

stephanie dupont ha detto...

ciao....l ho visitata tanti anni fa...negli anni ottanta e poi una altra volta con la famiglia in visita,ma ci devo tornare con gli occhi di adesso e apprezzare di piu..mi ricordo tutti quei negozieti di ceramica e avevo acquistato delle cosette ...da rifare di sicuro...

Anonimo ha detto...

ciao oscar
è il mio 1 post qui da te,ma ti seguo sempre volentieri dopo averti "conosciuto" come lettore di squarciomomo
complimenti delle foto alla mia Bassano!!
ciao
massimo bdg

Oscar ha detto...

Massimo: a quanto leggo abbiamo un amico in comune. Sai che quest'estate sono stato a casa sua e l'ho conosciuto personalmente? Sono contento di leggerti e complimenti per la tua bellissima Bassano. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...