21 dic 2012

Vera da pozzo - Sestiere di Castello - Calle larga S.Lorenzo - N. 5123

02 w03 w

6 commenti:

stephanie ha detto...

stupenda......almeno non è taggata....ti auguro di passare delle fecile feste,io parto in francia a raggiungere la mia famiglia....ciaoooooooooooooooo

Claudio ha detto...

Beh,finalmente una corte ed una vera ben conservate.
Notevoli anche le colonne con capitello corinzio poste tra le finestre nonchè quelle che sorreggono il solido architrave ligneo del portico.
La sistemazione del pozzo, verosimilmente in pietra d'Istria,appare atipica in quanto contrariamente all'uso più comune lo stesso è collocato su di un fondo dello stesso materiale ma posto sotto livello rispetto all'impiantito e che a suo tempo potrebbe essere stato concepito come piccola vasca di contenimento per eventuali traboccamenti d'acqua.
In alternativa non è possibile escludere un completo riposizionamento dei masegni ad un livello più alto dell'originale, che potrebbe aver determinato l'attuale stato di cose.
Anche questa foto meriterebbe una replica estiva per apprezzare l'appariscente macchia di colore della fioritura del glicine che ombreggia la vera.
Peccato,e qui so di ripetermi,che in tali antichi contesti poco o nulla si faccia per nascondere o almeno rendere meno impattanti gli elementi di una pur necessaria quando non obbligatoria modernizzazione degli impianti (vedi estintore,cavi elettrici e scatola di derivazione con relativa canaletta in plastica),che in alcuni casi potrebbero essere diversamente posizionati ed in altri almeno tinteggiati similmente al materiale di supporto.
Naturalmente,Oscar,non mi è sfuggito l'esemplare metallico(probabilmente in bronzo)che nella prima inquadratura è posto sull'anta della porta d'ingresso della corte;credo che tu abbia scelto di riprenderlo in sfocatura per valorizzare,con il cosiddetto effetto "sipario" la profondità dell'immagine o,comunque,per altra valida ragione;ciò non mi consente di valutare con cognizione di causa nè se il grazioso manufatto con testa di giovane sia un batacchio oppure una maniglia fissa (anche se propendo per la seconda ipotesi),nè se si tratti di un esemplare d'epoca o di una onesta replica più tarda.
Ciao,a presto.



Claudio ha detto...

P.s.:Oscar,anche se la cosa ha davvero scarsa importanza,voglio rettificare la mia opinione sulla natura dell'accessorio da porta di cui sopra:ad una prima osservazione mi era sembrato una maniglia poichè generalmente nei batacchi si tende a concentrare la maggior massa metallica nella parte inferiore,ove avviene la battuta,con evidente scopo di aumentare l'efficacia della percussione;avevo invece notato in questo esemplare una disposizione opposta,e d'altronde non avevo altre informazioni anche in conseguenza del taglio della foto eseguito in corrispondenza del fissaggio sull'anta.
Ora,ad una analisi meno frettolosa noto che nella parte corrispondente all'attacco superiore esiste un ringrosso che potrebbe ospitare il perno di rotazione dell'ormai presunto battaglio.
A te Oscar,che sicuramente hai toccato con mano,chiarire l'ardua
sentenza.
E scusami se ti ho intrattenuto ancora con argomentazioni in fondo futili.
Ciao.

Oscar ha detto...

Claudio: ritengo che la posizione della vera da pozzo sia quella originale (in ogni caso solo il "Signore dei pozzi" sarebbe in grado di dare una risposta definitiva in merito).
Quando faccio una foto cerco sempre di non far comparire nell'inquadratura le molteplici brutture che hai elencato tu, ma talvolta tale operazione è impossibile.
Per quuanto riguarda il battaglio: devi vedere la 14a foto (partendo dall'alto) di questo post:
http://bluoscar.blogspot.it/2010/03/le-teste-o-da-porton.html
Mi sembra effettivamente un battaglio anche se ora è bloccato.
Ciao!

Claudio ha detto...

Oscar: ho osservato attentamente le foto che mi hai indicato: come ipotizzi tu l'esemplare potrebbe essere nato come battaglio (per esserne sicuro dovrei visionarlo direttamente),in seguito essere stato "tacitato" trasformandolo praticamente in una maniglia,ma poi essere stato usato impugnandolo sempre come pomolo,stanti i segni di usura presenti solamente sulla testina della donna.
Comunque il pezzo è in bronzo ed originale d'epoca.
E per stavolta finiamola qui,sennò 'sto "coso" si monta la testa!
Saluti.

Oscar ha detto...

stephanie: Grazie. Ti auguro un Buon Natale e di passare una piacevole vacanza in Francia. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...