30 nov 2012

Ponte de le Turchette

DSC 8394 0DSC 8394 1

4 commenti:

Claudio ha detto...

Fantasticamente poetico quel tremulo mondo capovolto, decisamente più intrigante di quello reale!

stephanie ha detto...

venezia si specchia....!!!! adoro questo angolo de le turchette e il rio de le eremite...ciaooo

Oscar ha detto...

Claudio: faccio queste foto in completa solitudine per scelta. Sarebbe improponibile farle insieme ad altri. Sarei, per loro, un'autentica scocciatura in quanto mi fermo molto spesso per fotografare, per cogliere l'attimo, per osservare. Queste passeggiate mi ritemprano lo spirito e mi aiutano a meglio sopportare gli ostacoli che tutti noi incontriamo sul nostro cammino che definiamo "vita". Ciao

stephanie: quando penso a questo luogo mi torna in mente il periodo primaverile-estivo in cui la luce del sole, piu' intensa, ravviva i colori degli intonaci e crea nuovi contrasti. Ciao. Buon fine settimana

Claudio ha detto...

Oscar,ti capisco benissimo:avevo già realizzato che per fotografare come lo fai tu bisogna assolutamente essere da soli con sè stessi,con i propri pensieri e con le proprie emozioni che non possono essere assolutamente condivisi con chicchessia,non in quel momento,almeno.
E nelle particolari circostanze ambientali nelle quali ti trovi spesso a fotografare scommetto che puoi ascoltare battere il tuo cuore,magari un pò accelerato dai momenti quasi surreali che ti capita di vivere.
Può essere necessario fermarsi,ritornare sui propri passi,rigirare sul posto apparentemente senza ragione,cercare l'angolazione e l'attimo ideali per lo scatto,e talvolta persino rinunciarvi.
E quando hai fatto una foto speciale lo senti subito,ancor prima di visualizzare la foto sul display.
Uno stato d'animo molto simile lo provo quando mi aggiro per i mercatini d'antiquariato in cerca degli oggetti d'una volta che mi piacciono: voglio godere della libertà e del fiuto di un"cane sciolto".
Ciao,e buona domenica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...