6 nov 2012

Maschere sulle porte di Venezia

DSC 20wDSC 2633w

6 commenti:

stephanie ha detto...

questa mi manca in foto...che bella,anche se avrebbe bisogno di cure..!!!ciaooooo

AnnaLivia ha detto...

Ah! je le connais celui-là : ) 4982 calle Boldù à Cannaregio. Mi piace molto! Buona settimana BluOscar, a presto!

Claudio ha detto...

Ciao Oscar,innanzitutto vedo con piacere dai commenti che gli ornamenti delle porte veneziane suscitano l'interesse di diversi lettori.
Nel caso specifico trattasi di un batacchio ottocentesco fuso in ghisa che rappresenta una testa di gigante baffuto con parte battente ad anello,concepito con tratti scaramantici e con intento dissuasivo nei confronti di eventuali "seccatori",che sono esistiti in ogni epoca.
La ghisa è una lega ferro-carbonio ottenuta per fusione in appositi forni di minerali di ferro insieme a carbone;il carbonio in questo contenuto conferisce alla ghisa,in misura non inferiore al 2%, ottima fusibilità,notevole durezza ma per contro anche una bassa resilienza(resistenza agli urti),per cui essa non e indicata per usi dinamici.
La ghisa è inoltre meno soggetta del ferro ad arrugginire,anche se questo fenomeno,come possiamo constatare dalle foto,non è del tutto assente.
A questo problema si può ovviare mediante un trattamento di fosfatazione,ma dubito che questo esemplare ne abbia goduto.
L'anello presenta un foro nella parte inferiore dell'anello,che potrebbe spiegarsi con la realizzazione di una "tacitazione" del battaglio dopo l'avvento della corrente elettrica,realizzato con una vite o un ribattino fissati all'incudine,poi andata persa e i cui contorni si individuano ancora sull'anta della porta.
Ciao,Claudio.

Oscar ha detto...

stephanie: fai la raccolta di foto di battacchi? Ciao

AnnaLivia: oui! Brava!

Claudio: che dirti? E' un piacere leggere i tuoi commenti cosi' ricchi di informazioni e che denotano una grande conoscenza della materia. E' un piacere anche per me notare che queste foto suscitano interesse anche ai non appassionati ricercatori di oggetti simili. Il battaglio ha effettivamente un foro ma non è stato bloccato. E' ancora perfettamente funzionante anche se nessuno lo utilizza piu' per farsi aprire. Purtroppo lo stato di conservazione è pessimo. Ciao

Claudio ha detto...

Oscar,solo per spiegarmi meglio:il foro che presenta l'anello potrebbe essere stato praticato per bloccare lo stesso nella borchia metallica (denominata "incudine") a suo tempo fissata all'anta per rendere più sonora ed udibile la percussione.
Andata persa la borchia e con essa il perno di fissaggio,il batacchio ha riacquistato la sua ormai inutilizzata libertà di funzionamento.
Certo nessuno saprà mai dirci se è andata così,ma mi piace fantasticare sulle cose che mi intrigano.
Ciao ancora,ed al prossimo esemplare.

stephanie ha detto...

mi piacciono molto questo battachi sulle porte a venezia....e vero che questo non lo visto e cosi grazie a AnnaLivia per l info,andro a vederlo..!!!ciaooo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...