08 set 2012

Campo San Stin

DSC 9730 1

A metà strada tra la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista e la Basilica dei Frari, nel Sestiere di San Polo, troviamo il Campo di San Stin. Questo Campo deve il proprio nome alla Chiesa, ora non più' esistente, di S.Stefano confessore o meglio S.Stefanino (S.Stin in veneziano) cosi' chiamata per differenziarla da quella dedicata a S.Stefano e collocata nel Sestiere di S.Marco. La Chiesa venne edificata nel 1000 e fu demolita nel 1810DSC 9733 1

In questo Campo, all'inizio della Calle dello Spezier, si trovava anche la farmacia "Ai due Santi". Possiamo leggere che, a metà del Settecento, il proprietario di questa farmacia era il fornitore ufficiale del vicino Convento dei Frari. La sua proficua attività gli permise di acquistare preziosi mobili in radica per rinnovare i locali. Nel 1908 il mobilio venne venduto ad un antiquario parigino il quale pero' non riusci' ad effettuare il trasloco e, per questo, decise di donarlo ai Musei Civici di Venezia. Oggi questi mobili sono esposti all'interno del Museo di Cà RezzonicoDSC 9734

Sulla grande vera da pozzo datata 1508 sono stati scolpiti, su un lato, S. Giacomo e S. Barbara e , sull'altro, S.Stefanino. Vi ricordo che le vere da pozzo sono delle vere è proprie opere d'arte. Appartengono infatti all'arte "minore" veneziana, ma essenziale dell'arredo urbano della città (con il termine di "arte minore" vengono definite le sculture, le patere, i fregi, le lapidi, i capitelli, etc.). Per questo le vere da pozzo non sono panchine, tavolini da pic-nic, lavagne sulle quali scrivere la propria dedica d'amore o altre cavolate.DSC 9739 1DSC 9740DSC 9741 1DSC 9742 10 Cartina

7 commenti:

Laura ha detto...

Ho attraversato e attraversero' questo campo decide di volte per andare a trovare la mia piu' cara amica che abita dietro il campo. Grazie per le informazioni su questo campo, infatti non sapevo della defunta chiesa di San Stefanino.





Anonimo ha detto...

ciao,sono stephanie e da tempo seguo il tuo stupendo blog,pieno di splendide foto e informazione che fa scoprire venezia in un altra maniera,adoro questa citta,ci vado spesso per perdermi e scoprila...ci abito a 1 ora di distanza,prendo il treno e viaaaaa...buona domenica...

Emma Reese ha detto...

Grazie per le queste foto e l'informazione. C'è una scuola d'italiano in quel campo, e vorrei fare un breve corso un giorno.

Oscar ha detto...

Laura: Grazie a te e...salutami la tua amica. :)

Stephanie: ti ringrazio. Anche io, come direbbero di veneziani, sono un "campagnolo" e anche io, come te, adoro questa città. Buone passeggiate!

Emme Reese: il tuo Italiano è già molto buono! (non sapevo che ci fosse una scuola di Italiano in Campo San Stin)

Emma Reese ha detto...

Eccola:
http://www.veniceitalianschool.com/index.html

VenetiaMicio ha detto...

comme j'aimerais être là assise sur la marche du puits...
Il semblerait que ce n'est pas tes heures habituelles ?

Baci
Danielle

Oscar ha detto...

EmmaReese: mi hai fatto venire voglia di visitarla. Ciao

VenetiaMicio: I spent a different morning in Venice last saturday . I had an appointment with a writer. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...