10 set 2012

Battaglio

DSC 9703 1DSC 9700 2DSC 9696 3DSC 9689 4

5 commenti:

ytaba36 ha detto...

Aren't these battaglio just a constant surprise and delight! And, then there are the doors that they guard. One lifetime is not enough to see and appreciate all the splendours of Venezia.

Cioa.

Oscar ha detto...

ytaba36: I agree with you. One lifetime is not enough but it helps. I'm trying to spend mine in such a way. Ciao

Claudio ha detto...

Notevole questo battaglio "a lira",conformazione tipica dell'Italia settentrionale.Ci troviamo di fronte a un manufatto di particolare qualità,realizzato in ferro forgiato sicuramente da un artigiano coi controfiocchi in un'epoca che risentiva ancora del Gotico e già un po' del Rinascimento.Chi possiede qualche nozione di metallurgia apprezzerà in particolar modo questa esecuzione realizzata sicuramente con una lunga serie di riscaldi al calor bianco del metallo nella forgia,con una altrettanto prolungata e meticolosa martellatura ,rifinita e decorata poi con scalpello e bulino.Pregevole l'ornato perimetrale traforato,probabilmente applicato con una brasatura,una sorta di antesignana ma efficace saldatura dell'epoca.Dalla prima foto sembra che anche il ringrosso centrale inferiore sia stato fissato con tale tecnica. Ammiriamo come una tanto prolungata e sapiente lavorazione abbia compattato così efficacemente il metallo da renderlo praticamente inalterabile nei secoli,anche in ambiente salmastro come quello veneziano,ove per questa ragione venivano più sovente usate leghe di rame.Bella anche la piastra dell'incudine,anch'essa traforata e insolitamente più importante della stessa borchia del battaglio.Intrigante,in una porta di qualche pretesa, la presenza dello"spioncino",utile per parlare e per vedere dall'interno senza essere visti.Unico elemento che mi lascia perplesso è la conformazione del bell'anello superiore a torciglione ove dovrebbe realizzarsi la mobilità del battaglio:gli esemplari di quei tempi venivano fissati con un fulcro "a laccio"(una sorta di cavallotto metallico più o meno decorato all'esterno,infisso nella porta e ribadito all'interno dell'anta), che permetteva,grazie ad un certo gioco, la rotazione al suo interno di un perno orizzontale del battaglio e quindi del battaglio stesso:ora in questo esemplare,almeno per quello che riesco a vedere dalle foto, i due elementi sembrano solidali tra loro e,di conseguenza, il movimento non possibile.Oscar,tu che hai potuto vedere da vicino e toccare con mano,sai dirmi se per caso ci troviamo di fronte ad un battaglio fisso usato come decorazione o comunque come sola maniglia? Accadeva talvolta. Se così non fosse,allora qualcosa mi sfugge,ma questo non è importante:il pezzo è davvero interessante e ti ringrazio per averlo fotografato e proposto a noi lettori.Scusandomi per essermi dilungato,ti saluto,Claudio.

Oscar ha detto...

Claudio: quando mi trovo di fronte a manufatti del genere oltre a godermi lo spettacolo e tentare di fotografarli al meglio mi pregusto il tuo commento. Sei un "pozzo di sapere" in questo campo. Altra cosa: prima di fotografarli cerco sempre di capire se sono "funzionanti" o meno. Questo, come tantissimi altri, è bloccato. Dobbiamo pensare che oramai, per bussare, vengono impiegati i campanelli elettrici. Non manchero' di proporti altro materiale per la mia, la tua e spero la gioia di tutti i lettori interessati a queste "opere minori". Ciao Claudio

Claudio ha detto...

Oscar:grazie per la solerzia della risposta e dei complimenti.Si,molti battagli sono ormai da tempo "messi a tacere" per evidenti ragioni;ritengo comunque che questo esemplare sia nato così,a solo scopo decorativo,a cui peraltro assolve brillantemente.A presto,Claudio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...