31 ago 2012

La capasanta

DSC 9463

Di maniglie strane, sulle porte a Venezia, ne ho visto davvero tante. Questa l'ho notata solo qualche mese fa. Aspettavo la luce giusta per fotografarla. Poi l'altro giorno, passando davanti al portone, ho deciso di fare comunque qualche scatto che qui vi propongo. Chiaramente per aprire il portone si devono infilare le dita nella parte superiore del…mollusco.DSC 9465

2 commenti:

Claudio ha detto...

Graziosa le conchiglie in ottone,quasi stilizzate, che fanno bella mostra di sè sulla porta di Venezia;assiduo il proprietario a lucidarle sovente(residui di prodotto si notano tra le rigature).Ancor più bella è però,forse perchè bivalve,quella in bronzo già presente nella tua sezione "altri animali" della raccolta di foto relative a "Le porte di Venezia".Anche quelle della sezione "i pesci" sono davvero particolari,e i loro bozzetti debbono essere stati creati da validi artisti dell'epoca.A Padova,città di abili fonditori, era infatti rinomata la scuola del "Riccio"(Andrea Priosco),mentre a Venezia quella di Jacopo Tatti detto "il Sansovino",i quali non disdegnavano di applicarsi anche a realizzare piccole opere di questo tipo,cosiddette "minori".Anche nella mia collezione è presente una conchiglia,ma con funzione di incudine, in un picchiotto in ferro fuso(te ne invio un'immagine via mail),rappresentante un tritone,simile ma non uguale,ad alcuni da te fotografati,ed il cui prototipo potrebbe aver avuto origine proprio in Veneto.Un caro saluto,Claudio.

Oscar ha detto...

Claudio: i proprietari dei Palazzi o i loro custodi puliscono frequentemente le maniglie realizzate in ottone e questo spiega il fatto che su molte di queste sia visibile la patina di colore biancastro formata dai prodotti utilizzati. La foto che mi hai inviato ritrae un pesce molto simile ad altri fotografati a Venezia. Come hai detto tu il prototipo potrebbe essere stato realizzato in Veneto. Noto che hai "mangiato con gli occhi" il libro: sulle porte di Venezia. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...