01 ago 2012

"Muso da porton"

01 w

4 commenti:

luci ha detto...

Sarà Nike, raffigurata anche nelle medaglie delle olimpiadi…..???
Ciao Luci

comme1enviedescapades ha detto...

Magnifique, une belle découverte et la lumière est très belle !
Certainement en intérieur ?
Ciao et Baci
Danielle

Claudio ha detto...

Questa bella maniglia muliebre alata dovrebbe rappresentare un busto di "lasa",entità dell'oltretomba della mitologia etrusca("ninfa" per i greci).La fusione è stata realizzata in ottone(sovente ripulito) e non in bronzo,infatti non è presente la caratteristica patina di quest'ultima lega.Peraltro nell'antichità la differenza tra bronzo e ottone era piuttosto aleatoria:esistevano infatti manufatti bronzei che oltre allo stagno contenevano quantità non trascurabili di zinco e minori di altri metalli;analogamente l'ottone,secondo il rapporto tra rame e zinco possedeva proprietà meccaniche ed estetiche diverse,e veniva fuso anch'esso..A completare il quadro, con metodi empirici e personali si realizzavano particolari patine esterne,più o meno colorate,come finitura delle opere(vol."Bronzo ,ottone,rame" di Jan Divis.ed.Melita).Un soggetto del tutto simile(se non lo stesso) appare a pag.53 del volume "Venezia porta a porta" di F.M.Ricci,ove,a pag.81 ne è invece mostrato uno simile in bronzo. Anche a pag.18 del volume "Sulle porte di Venezia" si può ammirare lo stesso esemplare o una sua replica.Grazie Oscar della tua ricerca,e a presto.

Oscar ha detto...

luci: mi sa proprio di no

Danielle: No. Est à l'extérieur d'un bâtiment

Claudio: non ho cognizioni tecniche tali da permettermi di commentare la tua disamina che peraltro dimostra la tua passione per tali manufatti.
Ti posso comunque dire che la maniglia è proprio quella che è riportata a pag. 18 sul libro "Sulle porte di Venezia". La trovi in Calle de le Bande non lontano dal Campo di S.Maria Formosa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...