01 mag 2012

Gli Angoli Rustici di Romano d'Ezzelino (Vicenza)

Ca cornaro 01
Domenica scorsa (29 aprile) una simpaticissima lettrice che abita a Romano d'Ezzelino, in provincia di Vicenza, mi ha invitato a raggiungerla e a visitare gli "Angoli Rustici" che, in occasione del 42° Palio, erano stati allestiti nel territorio comunaleCa cornaro 02
Ma che cosa sono il "Palio" e gli "Angoli Rustici"?

Alla morte di Ezzelino III Da Romano (26 aprile 1194- 25 settembre 1259) e dopo l’eccidio a San Zenone di tutta la famiglia del fratello Alberico (1260), le città sottomesse come Padova, Vicenza e Treviso festeggiarono la caduta del signore Da Romano facendolo nel più classico dei modi di allora: la corsa di cavalli, il Palio per contrade appunto. Addirittura qualche comune enfatizzò la morte di Ezzelino al punto da festeggiare annualmente la ricorrenza (ad es. Bassano). Nel male o nel bene, il Palio portava alla memoria di Ezzelino Da Romano, e in virtù di questo, per ravvivare l’appuntamento della Candelora del 1971, la Pro Romano assieme al neo costituito Gruppo Folkloristico Siriola (da Candelora, cero, sero, seriola) nacque l’idea, quasi per gioco, di sfidare l’opinione pubblica mettendo in piedi una corsa di…asini. Sì, proprio di asini, perchè la Romano contadina degli anni 70, o rurale per dirla in modo più forbito, disponeva di molti asini e praticamente ogni fattoria aveva questo umile quadrupede utile ed economico per arare o trainare un carro a differenza del nobile cavallo che era costoso e comunque animale da “siori”. La data fissata del 1° Palio fu in occasione della sagra paesana del 7 febbraio 1971. Il gruppo Siriola organizzò le contrade studiando assieme alla pro loco nomi e stendardi per un totale di 12 contrade (altre 3 si aggiungeranno nel 1983 in rappresentanza delle 3 frazioni del comune) e un’ultima nel 2004. Dal 1984, il palio ha luogo l’ultima domenica aprile,una scelta questa che lega ulteriormente il Palio alla figura di Ezzelino III in quanto egli nacque il 26 aprile 1194. Dal 2007 il PALIO si svolge alla prima domenica di maggio

Nel 1991 nasce una manifestazione collaterale al Palio, il “Palio in fiore” un concorso articolato in due classifiche: le vie fiorite e gli angoli rustici. Grazie alle vie fiorite il paese si veste da festa con contrade ben ordinate, strade colorate da fiori e materiali fedeli alla croma degli stendardi della borgata divenendo degna cornice del palio e degli angoli rustici. Gli angoli rustici sono veri e propri gioiellini di fattura romanese. Si tratta di originali momenti di vita passata proposti nel loro habitat naturale quali vecchie case contadine, particolari cortili o addirittura nei campi. Essi sono organizzati dalle rispettive contrade che nei mesi precedenti scelgono i temi da rappresentare, poi i luoghi dove svilupparli ed infine fanno il cast, con i contradaioli che si trasformano in una sorta di teatranti e registi per curare scene, costumi e interpretazioni. Tutto vien curato nei minimi dettagli ed è impressionante notare la competitività fra le contrade per distinguersi nella manifestazione. Per una miglior comprensione del motivo presentato, i contradaioli espongono ai turisti la storia e le origini del tema tramite una bacheca o ciclostilati posti all’ingresso del rispettivo angolo rustico, curando così l’aspetto didattico. Una lunga serie di ingredienti il cui risultato sono perfetti spaccati di storia romanese, quasi tutti rurali, coadiuvati da suoni spontanei come l’uomo che “batte la falce”, da canti di donne che stanno a lavare sulla roggia o dallo schioccare del fuoco sotto la polenta. Il vociferare dei mestieranti è avvolto dagli odori dei rispettivi lavori. Sapienti mani guidate dall’esperienza si muovono sicure senza inciampare, accompagnate da espressioni del viso che variano a seconda del movimento compiuto al punto che uomo e attrezzo diventano un tutt’uno. Gli angoli rustici del Palio di Romano d’Ezzelino sono occasione di forti emozioni per i visitatori perchè proposti nel loro contesto veritiero, sono un’opportunità unica per apprendere le tradizioni e la storia dal vivo, sono l’uomo e i suoi valori essenziali in armonia con la natura. L’immagine semplice di ricchi contenuti. Gli ANGOLI RUSTICI hanno luogo l’ultima domenica di aprile.

(testo tratto dal sito ufficiale)Programma
Io, per questioni di tempo, ho visitato due "Angoli Rustici" e più' precisamente:
- Contrà Cà Cornaro: che aveva come "tema" la seta
- Contrà Molinetto: nel quale era stata rappresentata la filiera del vino.

Le foto seguenti sono quelle di Cà Cornaro (splendida rappresentazione della filiera del primo 900 della seta che ha segnato la storia e l’economia della pedemontana. Ca cornaro 03Ca cornaro 04Ca cornaro 05Ca cornaro 05aCa cornaro 07Ca cornaro 08Ca cornaro 09aCa cornaro 10Ca cornaro 11Ca cornaro 12Ca cornaro 12aCa cornaro 13Ca cornaro 17Ca cornaro 18Ca cornaro 16 Ca cornaro 15Ca cornaro 16aCa cornaro 21Ca cornaro 21aCa cornaro 22Ca cornaro 23Ca cornaro 24Ca cornaro 25Ca cornaro 26
La ricostruzione è, a mio avviso, straordinaria e meritevole di un premio.
Molinetto 20 Passiamo ora alle foto della Contrà MolinettoMolinetto 01Molinetto 02Molinetto 03Molinetto 04Molinetto 04aMolinetto 05Molinetto 05aMolinetto 06Molinetto 06aMolinetto 07Molinetto 08Molinetto 09Molinetto 10Molinetto 11Molinetto 12Molinetto 13
Anche in quest'ultimo caso la ricostruzione è efficace e gradevole anche se, personalmente, preferisco la prima.
Vi consiglio di non perdere la prossima edizione degli "Angoli Rustici". Un ottima occasione per mostrare ai vostri figli dei "ritagli" della nostra storia.0 Cartina 010 Cartina 020 Cartina 03



5 commenti:

Claudio ha detto...

Hai ragione,Oscar:interessanti entrambe le rappresentazioni,ma la prima è più "centrata". E dalle tue foto traspare il tuo compiacimento per ciò che ritrai;straordinariamente efficace la capacità dei tuoi scatti di rappresentare luoghi,atmosfere,oggetti e persone sia nelle riprese d'insieme sia,soprattutto,nei deliziosi particolari.

luci ha detto...

Foto come sempre bellissime. Sembra una manifestazione interessantissima, sicuramente l’anno prossimo la visiterò......
Ciao Luci

Oscar ha detto...

Claudio: Ti ringrazio per il commento e per i complimenti. Effettivamente l'"Angolo rustico" di VCà Cornaro mi ha trasportato indietro nel tempo fin dall'entrata. Devo fare i complimenti agli organizzatori e spero che gli venga attribuito un premio. Il prossimo anno dedichero' un po' piu' di tempo a questa manifestazione davvero interessante. Ciao. A presto

luci: grazie a te. Ciao

Yvonne ha detto...

What a great opportunity you had, Blu, and what a fantastic reproduction these wonderful people have put together. They must have such pride in their community. Your photos certainly conveyed the interesting visit you had!

Oscar ha detto...

Yvonne: I understood you love, like me, the venetian countryside. I enjoyed the reproduction and I hope, with my pictures, to have properly described it. Ciao Yvonne!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...