15 gen 2012

Panorama

DSC 0058DSC 0071DSC 0075DSC 0079

8 commenti:

stefitiz ha detto...

casca a fagiuolo questo post...

Laura ha detto...

Ho sentito che i Veneziani si stanno finalmente mobilitando contro le navi. Era ora!

Oscar ha detto...

stefitiz e Laura: sono stanco di vedere questi mostri sfilare nel bacino di S.Marco. Quando ho saputo della manifestazione ho come voi pensato: era ora! Venezia NON è Disneyland! Solo ieri una nave della Costa Crociere da crociera è naufragata non lontano dall'isola del Giglio.
http://www.ansa.it/web/notizie/videogallery/italia/2012/01/14/visualizza_new.html_44292913.html
Dobbiamo attendere un incidente o che crollino i Palazzi veneziani per fermare tutto questo???

liliforcole ha detto...

"La vita notturna a bordo è veramente incredibile!", diceva la pubblicita del Costa Concordia :) Ha fatto naufragio il 13 gennaio 2012.
Uno di meno ad inquinare Venezia!
Salute.

Claudio ha detto...

La tua pur breve sequenza fotografica dimostra quanto sia estranea oltrechè dannosa la presenza della ultramoderna grande nave passeggeri apparsa all'improvviso in un paesaggio che richiama all'arte,alla storia,alla cultura del nostro Paese.Lottiamo insieme per far cessare questo scempio.

Oscar ha detto...

liliforcole: il naufragio della Costa Concordia è stato un disastro in tutti i sensi che ha provocato tante vittime e disperazione. Non dobbiamo essere cosi' caustici nei confronti delle navi da crociera. Dobbiamo comunque fare tutti la nostra parte affinchè quaste balene non entrino mai piu' nel Bacino di S.Marco. Ciao

Claudio: quando le vedo sfilare davanti a Piazza S.Marco mi assale una grande rabbia e sempre rifletto sul fatto di chi abbia dato il suo benestare a questo scempio. Ciao

Elferro ha detto...

Ho letto tutti i commenti, gli articoli dei giornali ecc ecc. Ma sapete almeno che più della metà del Veneziani lavora direttamente o indirettamente con il porto turistico?? Li lasciamo a casa tutti in cassa integrazione ?? Ma vi siete andata a vedere tutti gli studi inerenti a inquinamento, spostamento masse d'acqua ecc ecc, ma avete mai visto il Bacino di San Marco in piena stagione con gondole, taxi, vaporetti fatiscienti (questi non inquinano vero??) lancioni, barche private, barche da trasporto : un vero inferno!!
Il transito delle grandi navi non è da abolire ma da regolamentare con ferre direttive alle quali le compagnie armatoriali devono attenersi scrupolosamente pena il loro allontanamento dalla Città. Ad esempio reinsirere l'obbligarotietà dei rimorchiatori agganciati e non solo in assistenza precluderebbe anche il minimo pericolo di errore umano. Lo sapete poi che esiste uno studio per dotare le banchine di energia pulita (elettrica) per avere le navi con i motori fermi quando sono in sosta.(cold ironing)
Lo sapete poi che già i traghetti (navi veloci) saranno dirottate e non passeranno più in Bacino??
L'emotività popolare cavalca sempre onde anomale e non porta da nessuna parte

Oscar ha detto...

Elferro: innanzitutto ti ringrazio per aver postato questo commento. Come scrivi tu, in apertura, i commenti riguardanti il transito delle navi da crociera nel Bacino di S. Marco si stanno moltiplicando su tutti i media.
Ed è proprio questo che mi preme sottolineare: non siamo solo io e qualche altro sprovveduto a denunciare una situazione che riteniamo debba essere modificata.
Sono davvero molte le persone che già da alcuni anni sono convinte che il passaggio delle navi da crociera davanti a Piazza San Marco sia intollerabile e che gli svantaggi per la città siano enormemente superiori ai vantaggi.
Sicuramente l’onda dell’emotività, provocata dalla recente tragedia, ha rinforzato gli animi ed ha contribuito ad amplificare una protesta che, come ti ho accennato prima, io ho sempre avvertito sin dalla comparsa delle prime navi.
Sono assolutamente d’accordo con te che il moto ondoso provocato dalle troppe imbarcazioni a motore sia insostenibile, ma qui stiamo discutendo di qualcosa di diverso e cioè di navi ognuna delle quali ha dimensioni centinaia di volte maggiori di un taxi o di una barca da trasporto.
Io non sono veneziano ma, come te, amo la città e mi sento offeso quando vedo tanta bellezza “oltraggiata” da questi giganti.
Queste navi sono state costruite per solcare i mari e gli oceani non per sfilare nel Canale della Giudecca, siano esse trainate da rimorchiatori o meno.
Sono convinto che nessuno voglia impedire l’arrivo delle navi da crociera a Venezia e mettere cosi’ in pericolo tanti posti di lavoro.
Si tratta solo di studiare quale possa essere la via piu’ opportuna per farle avvicinare senza causare danni ad una città unica al mondo che non puo’ e non deve subire nessun tipo da danni.
Se, come mi auguro, la questione verrà risolta poi si dovrà risolvere anche, una volta per tutte, il problema del moto ondoso provocato dalle altre “piccole” imbarcazioni.
Grazie. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...