23 gen 2012

Bernardo Bellotto (mostra)

Titolo w

Fino al 15 aprile 2012 è possibile visitare a Palazzo Sarcinelli a Conegliano (Treviso) la mostra dedicata a Bernardo Bellotto.
Attraverso un'accurata selezione di splendidi dipinti di Bellotto, Canaletto, Carlevarijs e Marieschi, la mostra rappresenta il momento culminante del vedutismo veneziano, il fenomeno artistico più innovativo e caratterizzante dell'arte europea del XVIII secolo.Ripercorrendo la carriera artistica di Bernardo Bellotto che, dopo l'apprendistato veneziano nella bottega dello zio, il famosissimo Antonio Canal detto Canalettto, viaggiò a lungo, prima in Italia, poi all'estero al servizio delle maggiori corti europee (Dresda, Vienna, Monaco, Varsavia), sarà possibile rivivere nelle sale di Palazzo Sarcinelli l'esperienza del Grand Tour che consentiva ai nobili europei di conoscere e apprezzare l'arte e la vita delle grandi capitali europee.Grazie ai prestiti internazionali di importanti istituzioni museali, sarà possibile ammirare a Conegliano una serie di spettacolari vedute di città europee caratterizzate, oltre che dalle grandi dimensioni, da una eccezionale accuratezza nei dettagli architettonici, dalla luce cristallina e dalla smagliante tavolozza cromatica. La capacità di Bellotto di ritrarre magistralmente gli aspetti delle città soffermandosi sui particolari più curiosi della vita quotidiana della nobiltà e della gente del popolo, permetterà al visitatore di immedesimarsi nell'esperienza delle corti europee, venendo a contatto visivo con i personaggi, i modi di vestire e le abitudini del tempo.06

Bernardo Bellotto, nato a Venezia il 20 febbraio 1722, cominciò a lavorare all'età di 14 anni nella bottega dello zio Antonio Canal detto Canaletto, fratello di sua madre.Dotato di grande talento, nel giro di pochi anni si impadronì dei segreti del mestiere rendendo molto difficile la distinzione delle proprie vedute di Venezia da quelle dello zio. Allontanato dalla bottega, Bellotto assunse il soprannome di "Canaletto".A generare una notevole confusione si aggiunse il fratello, di nome Pietro, che, dopo essersi trasferito in Francia, cominciò a firmare le opere come "Bellotti di Canaletti". La situazione si fece talmente critica che il vero Canaletto, per contrastare i ricorrenti mormorii che lo indicavano come un impostore, fu costretto a pubblicare un annuncio sul "Daily Advertiser" in cui si invitavano gli amatori dell'arte a recarsi nel suo atelier per vederlo dipingere una veduta di Londra e rendersi conto, per la qualità del dipinto, che proprio lui era il vero Canaletto.

Il fotoreporter del Settecento :
L'ultima tappa dei viaggi europei di Bellotto fu Varsavia dove il re Stanislao Augusto, amante dell'arte, lo nominò pittore di Corte con un ricco stipendio, commissionandogli una numerosa serie di vedute, destinate a decorare le sale del castello reale.Le vedute del periodo polacco, raffiguranti le piazze, le vie, i parchi e i sobborghi della capitale, sono caratterizzate da grande fedeltà e accuratezza, sia nella descrizione degli edifici, ripresi fin nei minimi dettagli, sia nella rappresentazione degli episodi della vita che si svolgeva nelle strade e nei palazzi.Per questo motivo i dipinti di Bellotto furono di grande utilità agli architetti incaricati della ricostruzione dei quartieri storici di Varsavia dopo le gravissime distruzioni del tessuto urbano causate dalla seconda guerra mondiale. 04030201

Campo San Giovanni e Paolo. 1700 ca. - olio su tela. Dresda. Collezione privataPonte GugliePunta dogana

Nel 2010, sempre a Palazzo Sarcinelli ho visitato la mostra dedicata a Cima da Conegliano. Anche in questa occasione devo fare i complimenti ai curatori per il filmato realizzato per fornire indicazioni sulle tecniche utilizzate dai vedutisti e per il percorso allestito. Se ne avete l'occasione non mancate di visitarla.
SEDE:Conegliano (TV) - Palazzo Sarcinelli - Via XX Settembre, 132
PERIODO: 11 novembre 2011 / 15 aprile 2012
ORARIO: lunedì - giovedì: 9.00 - 19.00 / venerdì - sabato: 9.00 - 21.00 / domenica: 9.00 - 20.00

2 commenti:

Lili ha detto...

Bellissime vedute!
I dettagli , i colori e la luce sono meravigliosi!
Grazie e buona settimana!

Oscar ha detto...

Lili: mostre come queste sono delle ottime occasioni di poter ammirare quadri che difficilmente potremmo vedere in giro in quanto appartengono a collezioni private. Grazie per la visita. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...