20 dic 2011

Dormire a Venezia?

Danieli 01
A Venezia le strutture ricettive (sopra una delle ricercate camere del Danieli) non mancano di certo: Hotels, Affittacamere, Appartamenti, Residence, Locande, Case per ferie, Ostelli, Case religiose, Centri soggiorno-studi e Bed & Breakfast. Ce n'è davvero per tutte le tasche.
Del resto i turisti che la visitano sono molti milioni ogni anno e il numero delle presenze, secondo la stima gennaio-settembre 2011 dell'Assessorato al Turismo del Comune di Venezia, è in aumento. La terraferma registra un +15%. La città storica un +13% (arrivi) e +9% (presenze). I turisti più' numerosi restano gli Italiani (80%) e, a seguire, gli Americani, i Francesi, i Tedeschi, gli Spagnoli, i Giapponesi, i Russi, i Brasiliani, i Cinesi e poi tutte le altre nazionalità.Danieli
Pochi di loro hanno la fortuna di soggiornare in hotels di lusso (qui sopra vediamo il Danieli) o in altri dei tanti prestigiosi hotels (da 1 a 4 stelle) presenti in città. Molti di loro trovano alloggio nelle altre strutture e altri ancora soggiornano in terraferma.
Dormire a Venezia è il massimo che un turista possa desiderare.
Provate ad immaginare: alzarsi la mattina e godere di una bella vista sul Canal Grande, sulla laguna, sulla città o sui tetti (per i più' fortunati), fare colazione e poi incamminarsi per le Calli e immergersi nella realtà veneziana. Vivere la città e poi, la sera, riposare nel proprio alloggio veneziano. Bello no?
Dormire a Venezia può' pero' risultare costoso, ma ciò' che vi ho appena descritto non ha prezzo.
Se riuscite a rinunciare a tutto questo o magari volete tentare di spendere un po' meno allora vi consiglio di cercare il vostro alloggio in una delle tante strutture presenti in terraferma. Meglio se all'interno di un'ipotetico raggio di circa 30 km. dalla città. Per quanto ne so è possibile risparmiare fino al 30%.
Io abito a Treviso e, senza fare pubblicità a nessuno, vi posso assicurare che la città è collegata a Venezia da un regolare servizio di treni (almeno 1 ogni mezz'ora) dalle 5,30 alle 9,30 e dalle 11,00 alle 22,50. Il rientro da Venezia a Treviso avviene con le stesse modalità dalle 5,00 alle 23,50. Il tempo di percorrenza è di 30 minuti (costo del biglietto 2,80 euro a persona). Certo Treviso non è Venezia, ma vi garantisco che è molto bella. Piccola e a misura d'uomo vale e la pena di essere visitata.
Ci sono poi Mogliano Veneto (bella località a soli 15 minuti di treno da Venezia) (costo del biglietto 2,15 euro a persona).
Infine c'è Mestre (10 minuti di treno da Venezia) (costo del biglietto meno di 2,00 euro a persona). Ci sono naturalmente anche altre località ma, per quanto ne so, quelle che vi ho citato sono quelle meglio collegate a Venezia da un regolare servizio di treni.Cartina 01Cartina 02
Come ho scritto sopra dormire a Venezia non ha prezzo ma se cio' può' sembrarvi costoso esistono anche le soluzioni che vi ho citato. L a"sistemazione" che ho documentato nella foto sotto onestamente la trovo un po' scomoda.Dornire venezia

10 commenti:

ytaba36 ha detto...

I have stayed in Padua in past years, and enjoyed that city, which is also well connected by train and bus to Venice. But, there's nothing like being able to step out the door and put your feet on a calle of Venice, if it is possible within your budget.

Yvonne

Oscar ha detto...

ytaba36: from Treviso, Mogliano Veneto and Mestre you have just to take the train. No buses. As I wrote I know that the best is sleeping in Venice but if our budget is reduced or for any other reasons take a train is not too bad. Ciao Yvonne!

Fausto ha detto...

Il visitatore che dorme fuori Venezia si perde una parte della sua magia, come hai già detto tu. Senza contare i tempi persi necessari per andare e tornare dalla città. Aggiungiamo anche che una famiglia composta da 4 persone spende come minimo 20 euro di trasporto (andata/ritorno), che non sono pochi. Aggiungiamo poi la stanchezza di dover fare un altro viaggio per tornare in un albergo in terraferma dopo aver camminato per una giornata a Venezia. E poi, perché spezzare l'incanto di Venezia durante il soggiorno? Sarebbe come se io, durante le mie vacanze a Parigi, andassi a dormire nelle "banlieues" invece di rimanere in centro: non ci penso nemmeno, neanche con un risparmio del 30%! Tutto ciò comunque rimane il mio pensiero. Essendo veneziano quando mi risveglio la mattina apro le finestre di casa mia ed ho sempre una città meravigliosa davanti a me, pronta per essere esplorata. Buone feste!

Oscar ha detto...

Fausto: cio' che hai detto è condivisibile, ma sai molte volte il budget o la mancanza di posti disponibili ci impone una "scelta di priorità".
In ogni caso città come Parigi o Londra non sono paragonabili a Venezia nella quale una semplice passeggiata di mezz'ora risolve tutti i problemi di spostamento.
Le torte sono perfette se hanno la ciliegina, ma sono comunque buone anche senza. Ciao

VenetiaMicio ha detto...

Depuis toujours j'ai eu la chance de pouvoir vivre Venise comme je le rêvais, la cerise sur le gâteau !
Je suis allée une fois au Danieli, il y a 30 ans... mais je n'aimerais plus y rester, trop de monde dans le coin ! J'ai connu S'Barnaba et depuis de nombreuses années ma casa habituelle, que tu connais ! Quand je suis à Venise c'est Noël tous les jours pour moi !
Je t'embrasse
Danielle

hotel treviso ha detto...

A mio parere dormire in sacchi a pelo per le strade non dovrebbe essere consentito a Venezia. Ci sono possibilità di alloggio a prezzi accessibili per tutti.

Oscar ha detto...

hotel treviso: sono d'accordo con te. Non dovrebbe essere consentito. Venezia pero' è un vero e proprio labirinto e presidiare il suo territorio è praticamente impossibile. I sacchi a pelo che abbiamo visto nella foto presuppongono, a mio parere, il fatto che questi ragazzi non siano proprio disposti a pagare nemmeno la camera più' economica disponibile in zona.

Rossella ha detto...

Ho visitato Venezia ed ho sperimentato quasi tutte le opzioni da te suggerite, tranne ahimè il Danieli. Treviso è una di quelle: l'ho trovata davvero deluziosa. Mestre...un pò meno. Ho anche dormito a Padova, ma ultimamente ci siamo concessi il lusso di soggiornare a Venezia. Non è detto che si debba spendere necessariamente un patrimonio: scegliendo, ad esempio, una delle tante abitazioni private, confortevoli, spesso situate in palazzi di notevole pregio, fornite di tutto il necessario per trascorrere giornate "come se" si fosse cittadini! È vero: non ha prezzo camminare fino a tardi per poi addormentarsi con i rumori tipici veneziani e svegliarsi all'alba di novembre (come me...) per percorrere vicoli e campi immersi nel buio e nella nebbia e pressochè deserti. Magico!

Blu Oscar ha detto...

Rossella: se avrai mai la fortuna di entrare al danieli allora informami prima...ti presto la macchina fotografica! Sono d'accordo con te sul fatto che dormire a Venezia non sia sempre caro...basta programmare per tempo e cercare la struttura più' idonea. Svegliarsi in città è tutt'altra cosa, lo so.

Rossella ha detto...

Ahahahah! Ti ringrazio per l'augurio, ciò nonostante mi piacerebbe visitarlo non fosse altro che per il fatto di poter efettuare qualche scatto...declinerei senz'altro la tua generosa offerta perchè immagino che nelle mie mani l'attrezzatura fotografica da te utilizzata varrebbe meno che un gioiellino prestato ad un neonato 😂! No..no..per ora mi contento delle mie modeste dotazioni, cercando di sfruttare al meglio la bellezza innata della città. Grazie e...buoni, ottimi scatti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...