13 nov 2011

Venezia e i veneziani

DSC 0071 3w

il treno delle 5,08 anche stamattina (sabato 12 novembre), puntuale come sempre, arriva a Venezia S.Lucia alle 6,15. Esco dalla stazione e mi copro per bene. Dentro il vagone c'era il riscaldamento acceso. Si stava bene. Il calduccio conciliava il sonno. Qui invece c'è un bel venticello fresco che ti risveglia repentinamente. Da qui inizia la mia passeggiata che, come di consueto, mi riserverà sicuramente delle sorprese. Passo a fianco della Chiesa di S.Simeon Grande. Poi percorro la Lista Vecchia dei Bari. Entro nel Campo di S.Zandegolà. La città è deserta.
Mi avvicino al Fondaco dei Turchi proprio nel punto di imbarco della gondola traghetto di S.Marcuola. Qui il vento da un po' fastidio. La luna sembra far da "lumino" alla Chiesa di S.Geremia. Scatto una foto e poi mi allontano. Raggiungo il Ponte di Rialto e poi mi addentro nelle mille calli veneziane "popolate" da una moltitudine di turisti e da alcuni veneziani. Molte volte, durante queste mie passeggiate entro in contatto sia con i primi che con i secondi. I turisti, molto spesso, mi sorridono. Altre volte mi chiedono di scattare loro una foto. I veneziani sono un'altra cosa. A volte riservati, molto spesso gioiosi, affabili, cordiali, simpatici, ma non tutti. Ma come sono questi veneziani? Me lo sono chiesto molte volte. Passeggiando li ho osservati tentando di capire se, chi vive in una città così' particolare abbia peculiarità differenti da noi che viviamo in terraferma. Me lo sono chiesto tante volte soprattutto considerando la "rivalità" esistente tra veneziani, mestrini, trevisani, padovani e così' via. Per ciò' che è la mia esperienza personale vi posso assicurare che, pur vivendo in luoghi diversi, non esistono differenze. Il detto "tutto il mondo è paese" è verissimo. Le persone cordiali o scorbutiche le trovate dappertutto. Ecco, magari io sono stato più' fortunato di voi, ma finora i veneziani che ho incontrato si sono rivelati gentili, affabili e premurosi. Certo non tutti, ma sicuramente la maggior parte di loro. Ringrazio, in particolar modo, i tre operatori ecologici che sabato scorso mi hanno salvato la vità. Non li conosco personalmente, ma faro' il possibile per ritrovarli e ringraziarli di persona. Ringrazio inoltre le donne che, trattandomi come un figlio, mi hanno accudito amorevolmente. Quando, dopo averle baciate ho chiesto loro il permesso di "pagare il disturbo arrecato" mi hanno risposto: questo ci offende…non avresti fatto anche tu la stessa cosa?
Ringrazio Venezia per la gioia che mi dà ogni volta che la rivedo e ringrazio i veneziani per la loro umanità.

6 commenti:

Laura ha detto...

Cosa e' successo? Mi sono persa qualcosa?

Laura ha detto...

Devo dire che i Veneziani sono delle persone molto affabili. Il fatto che si cammina dappertutto fa si che la gente e' abituata al contatto umano. Venezia e' considerata un salotto a cielo aperto. Il turismo ha cambiato le persone ad un livello superficiale, rendendo i Veneziani piu' burberi ma quando si va sotto la superficie si trova un gran cuore.

Sicuramente ai Veneziani piace farsi delle belle "ciacole".

ytaba36 ha detto...

But, what happened last Saturday?

I like it that you, and anyone else who was awake, was looking at the same full moon that we in Australia saw. Did you see the alignment of Venus, Mercury and Antares ( a very bright star in the Milky Way)? It was just fantastic!

Yvonne

Elio ha detto...

Sai Oscar, quando siamo noi stessi "gentili, affabili e premurosi", non possiamo che incotrare gente dello stesso tipo. Quando vado in bici incontro delle persone ranfrognate che pensano solo alla "performance", ma come mi incrociano con il mio sorriso sulle labbra e gli sparo un "bonjour", lo contraccambiano amabilmente. Al detto da te citato dovresti aggiungere "fora che Gaggio, Marcon e Dese", ma anche questa è una diceria. Sai che una volta i veneziani, per il loro carattere riservato, venivano definiti "i terroni del nord", ma tutto questo fa parte del passato. Ciao ed a presto.

Sig. Nonloso ha detto...

Bellissima foto! ma anche domando io, che è successo?

Oscar ha detto...

Laura, ytaba36, Elio, Sig. Nonloso e a tutti coloro che mi hanno scritto privatamente:

Vi ringrazio per l'affetto.
State tranquilli. Sono ancora sano e salvo. Cio' che mi è capitato mi ha scosso e per questo vi prego di non farmi domande alle quali, per ora, preferirei non dare risposte. Grazie ancora. Grazie a tutti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...