09 nov 2011

Monte Pelmo (Belluno)

02

L'ultima domenica di ottobre ho raggiunto Cortina con l'intenzione di andare a visitare il Lago Federa. Nel prossimo post vi proporrò' alcune foto che ho fatto in quell'occasione. Lungo la strada che collega Pieve di Cadore a Cortina non ho saputo resistere alla tentazione di fotografare il Monte Pelmo che, con la sua maestosa mole, sembrava darmi il benvenuto.

03

Questa montagna raggiunge i 3.168 metri e ha due cime principali: il Pelmo (a nord) e il Pelmetto (a sud). Ma lo sapete che ai piedi del Pelmetto, a quota 2.050 m. il paleontologo Vittorino Cazzetta ha rinvenuto un masso con impronte di dinosauri? Incredibile pensare che quassù' potessero vivere questi animali.

3 commenti:

Laura ha detto...

La mia montagna preferita, il Cadore e' la zona che conosco di piu'. Il Pelmo e' cosi' fotogenico non avendo nessuna altra vetta vicina.

Non sapevo dei dinosauri. Chissa' quanti fossili ci sono ancora seppelliti.

Elio ha detto...

Quanti ricordi, anche tristi. In faccia al Monte Pelmo c'è una seggiovia, oggi supermoderna, ma ai miei tempi era altamente superata. A causa di un brusco arresto sono caduto un po' prima dell'arrivo e mi sono rotto i legamenti del ginocchio sinistro. Addio sci. Ma questo nulla toglie alla bellezza di questa montagna che hai ben fotografato. Buonanotte.

Oscar ha detto...

Laura: piace molto anche a me. Le impronte dei dinosauri rinvenute dal ricercatore Vincenzo Gazzetta sono risultate essere appartenute a dinosauri di piccole dimensioni vissuti circa 200 milioni di anni fa.

Elio: mi dispiace per l'incidente. Sei proprio un veneziano montanaro! Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...