13 ott 2011

Palazzo Loredan dell'Ambasciatore

Loredan_01.jpg
Questo elegante Palazzo venne costruito verso la metà del XV secolo in stile tardo gotico fiorito. Il Palazzo, di proprietà della nobile famiglia Loredan (è stata la casa natia di due Dogi di Venezia: Leonardo e Francesco Loredan), deve il suo nome alla concessione che il Doge Loredan fece alla Corte Imperiale d'Austria di ospitare per quasi trenta anni la sede della propria Ambasciata. L'Ambasciatore Filippo di Rosemburg Orsini abito' il Palazzo già a partire dal 1754. In precedenza i Loredan avevano ospitato anche il conte Matthias von der Schulemburg che aveva, insieme con i Loredan, combattuto e sconfitto i Turchi nel 1716 bloccando la loro avanzata verso Venezia. Il conte era un collezionista di opere e amico di Giambattista Piazzetta e Antonio Guardi. Egli riusci a collezionare quasi quattrocento opere tra le quali alcune di Lorenzo Lotto e Mantegna.Loredan_02.jpg
Il piano nobile ha una splendida quadrifora e un elegante poggiolo ora, purtroppo, interamente coperto dal telo che annuncia l'evento collaterale organizzato in occasione della Biennale e dedicato alla Nuova Zelanda.Loredan_03.jpgLoredan_04.jpg
Le due statue reggiscudo che qui ho collocato una a fianco all'altra cosi' da poterle osservare piu' da vicino.Loredan_05.jpgLoredan_06.jpg
Ancora fino al 23 di ottobre avete la possibilità di entrare in questo Palazzo e visitare l'atrio e il piccolo giardino interno. La Nuova Zelanda qui presenta "On first Looking into Chapman's Homer", un'installazione scultorea dell'artista Michael Parekowhai. Musica e spettacolo sono aspetti centrali dell’installazione. Con le parole di Michael Parekowhai, “On first looking into Chapman’s Homer" gli oggetti sono importanti, gran parte del vero significato dell’opera è reso dalla musica, che è in grado di riempire lo spazio come nessun oggetto potrebbe fare.New_zeland_01.jpg
Durante la mia visita una pianista ha suonato ininterrottamente e in modo eccellente il pianoforte posto al centro del salone di ingresso.New_zeland_02.jpgNew_zeland_03.jpgNew_zeland_04.jpgNew_zeland_04a.jpgNew_zeland_05.jpgNew_zeland_06.jpgNew_zeland_07.jpgNew_zeland_09.jpgNew_zeland_10.jpg0-Cartina.jpg



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo giardino nascosto !
Nous y sommes souvent allés pour nous rafraichir de l' écrasante chaleur d'août dernier, mes petits ont aussi profité de jouer sur un Steinway. Emouvant !
M.17

Oscar ha detto...

Anonimo: Merci pour votre commentaire. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...