28 set 2011

Isola della Certosa

00.jpg

L'isola della Certosa è una delle piu' estese isole minori della laguna di Venezia (253,800 mq.). Originariamente formata da due piccole isole separate da un canale, la Certosa fu sede di insediamenti religiosi già a partire dalla fine del XII secolo, quando vi furono edificati una chiesa ed un convento agostiniani dedicati a Sant'Andrea. Deve il suo nome ai Padri Certosini che vi si insediarono nel 1424, dando vita ad uno dei piu' importanti complessi monastici di tutta la laguna. Nel 1810, a seguito dell'editto napoleonico di soppressione degli ordini religiosi, l'isola fu destinata ad usi militari.

Nel 2009 la società "Vento di Venezia" è risultata aggiudicataria del bando per l'individuazione di un partner per l'attivazione e la gestione del "Parco urbano - verde pubblico attrezzato dell'isola della Certosa".

Vento di Venezia nasce nel 2003 con l'intento di progettare, realizzare e gestire strutture e servizi per la nautica da diporto in laguna e riqualificare le aree degradate.Immagine-0b.jpgImmagine-0c.jpgImmagine-1.jpg

Nella foto sopra vediamo una foto aerea dell'isola cosi' come appare oggi e sotto una ricostruzione 3D ed altre immagini che illustrano la sua riqualificazione.Immagine-2.jpgImmagine-3.jpgImmagine-4.jpg

Il progetto prevede il completo recupero dell’isola per la creazione di un parco accessibile al pubblico e privo di barriere architettoniche, con la realizzazione di aree e percorsi attrezzati e la conservazione del patrimonio naturalistico su oltre due terzi dell’intera superficie. La destinazione rurale di alcune aree permetterà il recupero delle tradizioni orticole e viticole dell’isola, anche attraverso la coltivazione di vitigni autoctoni. Gli antichi resti della Certosa quattrocentesca saranno valorizzati attraverso la creazione di strutture destinate ad attività culturali e di formazione (da: parcodellacertosa.it)DSC_0098.jpg

Il percorso attrezzato che è stato realizzato sul lato dell'isola che guarda verso il portoDSC_0189.jpg

un'area verde adiacente all'unico hotel esistente e ben integrato nell'ambienteDSC_0170.jpgDSC_0116.jpg

Il porto, già quasi completamente realizzato e che, una volta ultimato, consentirà l'ormeggio gratuito di 50 imbarcazioni.DSC_0176.jpg

Il lato dell'isola che guarda verso il LidoDSC_0164.jpgDSC_0158.jpgDSC_0191.jpg

L'isola è popolata da numerosi conigli che girano indisturbati e scavano profonde gallerie nel terreno.DSC_0132.jpg

Nelle immagini seguenti vediamo la parte nord.DSC_0155.jpgDSC_0157.jpgDSC_0154.jpgDSC_0145.jpg01.jpgDSC_0133.jpgDSC_0153.jpgDSC_0167.jpg

5 commenti:

ytaba36 ha detto...

Thank you for another presentation about a part of Venice many of us will never be able to visit. You must have a friend with a boat, to take you there? The view back to Castello is lovely, and I liked the wild flowers and wild life (coniglio).

Only 49 days now. :-)

Oscar ha detto...

Ytaba36: you are wrong. You don't need a private boat to reach the island. You have just to catch the vaporetto N.41 or 42. Only 49 days? great! I will do the countdown with you. Ciao Yvonne!

ytaba36 ha detto...

Thank you for correcting that for me! It looks like a wonderful place to wander around.

A presto!

VenetiaMicio ha detto...

It's marvellous !
Tu es un véritable poète.
A presto

Oscar ha detto...

VenetiaMicio: Merci.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...