7 giu 2011

Quanti di voi?

Quanti_di_voi_00.jpgQuanti_di_voi_02.jpgQuanti_di_voi_03.jpgQuanti_di_voi_05.jpgQuanti_di_voi_06.jpgQuanti_di_voi_10.jpgQuanti_di_voi_11.jpgQuanti_di_voi_12.jpgQuanti_di_voi_13.jpg

Quanti di voi, in età adulta:

-preferiranno il negozietto sottocasa ai mega centri commerciali della terraferma?

-continueranno ad indossare gli stivali a causa dell’acqua alta invece di gettarli nei rifiuti e passare ad altra vita?

-rinunceranno al piacere di guidare un’auto preferendo la barca o il motoscafo?

-riusciranno a metter su casa a Venezia invece di trasformarla in alloggio per gli studenti, alloggio per i turisti, bed & breakfast e trasferisi in terraferma ?

Quanti di voi continueranno a vivere qui?

Tutte le città hanno mille problemi.
Questa è la vostra.
Cio’ che la contradditingue non riuscitete a ritrovarlo in nessun altro luogo.
Non vendetela ai turisti!
Battetevi con chi governa perché, insieme a voi, Venezia continui a vivere!

4 commenti:

Laura ha detto...

Devo essere sincera e dire che credo di non aver incontrato mai altri cittadini fieri della loro citta' come i Veneziani. Il problema sta piu' con chi gestisce la citta' che con gli stessi cittadini. Cosa i Veneziani potrebbero fare pero' e' protestare, ma questa e' una cosa che non si usa piu' da nessuna parte purtoppo.

Il turismo e' un'arma a doppio taglio, aiuta a mantenere i palazzi, ma cambia la realta' di Venezia. Quando ho sentito dire dalla mia piu' cara amica che sta considerando di allontanarsi da Venezia quando andra' in pensione mi sono resa conto quanto la vita sia cambiata per i Veneziani, non riconoscono piu' la loro citta', e' sempre piu' difficile viverci. Lo noto sempre di piu' quando vengo, non vedo piu' le facce di conoscenti, amici del liceo, ma tutta una marea di persone incognite, che non si soffermano neanche un secondo a pensare a cosa dev'essere viverci. Venezia, citta' museo, e' ormai una realta'.

Ritorno ai lavori di casa...

Grazie del pensiero pero', speriamo tra i ragazzi ce ne sia uno che abbia il coraggio di combattere per Venezia.

Oscar ha detto...

Laura: non sono solo i veneziani ad essere fieri della loro città, lo siamo anche noi che viviamo in terraferma e che, come nel mio caso, non siano residenti. Sono assolutamente d'accordo con te che chi gestisce la città dovrebbe fare di piu' per i propri cittadini senza i quali Venezia si ridurrebbe solo ad un contenitore vuoto. La mia vuole essere solo una provocazione rivolta ai veneziani e soprattutto ai giovani. So, per certo, che tanti cittadini stanno protestando nel tentativo di risolvere i loro problemi (tra i quali la casa, le condizioni di vita, il lavoro). Voglio unirmi al coro di queste persone e tentare di stimolare i piu' giovani a riappropriarsi della città. Vivere a Venezia non è facile, lo immagino. Il turismo la arricchisce e nello stesso la impoverisce. Dobbiamo fare cio' che ci è possibile, per il bene di Venezia e delle nuove generazioni. Ciao e grazie per il commento.

Laura ha detto...

Da fiera Veneziana ti ringrazio per il tuo sforzo di presentare realta' di Venezia non sempre bucoliche e fotogeniche, ci vorrebbero piu' persone come te.

A presto!

Angelwings ha detto...

Bravo Oscar, bel post :) A volte non ci si accorge di ciò che si ha semplicemente perchè diamo per scontato averlo. Ma Venezia è unica, credo che la maggior parte dei veneziani ne sia cosciente. Non si può non amarla...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...