06 feb 2011

Visitazione

Visitazione_01_1a.jpgVisitazione_02_1a.jpgVisitazione_03_1.jpgVisitazione_03_1a.jpgVisitazione_04_1a.jpgVisitazione_05_1a.jpgVisitazione_08_1.jpg
Vittore Carpaccio
Visitazione
Galleria Franchetti alla Cà d'Oro
Ricorda: queste sono solo foto, l'originale è meglio.

4 commenti:

Laura ha detto...

interessante l'uso degli animali come lepri e cervi che sono selvatici.

Oscar ha detto...

Laura: purtroppo le foto non sono il massimo, ma se hai notato in questa, come in altre tele del Carpaccio, compaiono vari animali. Per il pittore hanno tutti un alto valore simbolico. Quello piu' strano è il pappagallo rosso (animale ricorrente anche in altri dipinti).
Devi pensare che nel 1527 questa varietà era sconosciuta agli europei. Si pensa che il pittore abbia visto questo animale a Venezia da esploratori che dall'Asia o dall'India potevano essere arrivati in Nuova Guinea e nelle isole Salomon.

Laura ha detto...

Non avevo mai notato gli animali nelle tele del Carpaccio, grazie per l'introduzione.

Venezia deve essere stata una citta' incredibile all'apice della sua fortuna, sicuramente molto internazionale.

Oscar ha detto...

Laura: il tuo commento mi rende felice perchè io cerco, per quanto mi è possibile, di evidenziare tutti quei particolari della città che prima sfuggivano anche a me. Se vai a vederti le bellissime tele del Carpaccio ospitate nella bella Scuola di S.Giorgio degli Schiavoni vedrai tanti altri animali che magari prima non avevi proprio notato. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...