01 gen 2011

La tigre di Sacca Fisola

Gatti veneziani 01 01 2011 N 1
31 dicembre 2010: sono, da poco sceso, dal traghetto a Sacca Fisola. Sono quasi le sette e il sole non si vede ancora. Stamattina ci sono 5 gradi sotto lo zero, ma il freddo si fa sentire maggiormente a causa dell'umidità sempre presente a Venezia e in tutta la parte meridionale del Veneto. Per fortuna mi sono premunito. Il mio abbigliamento termico prevede: stivaletti imbottiti, pantaloni che offrono una buona protezione contro il vento e il freddo, pullover in pile, giacca con imbottitura in Primaloft con, sopra, una giacca Softshell che protegge da vento ed acqua ed ha un interno caldissimo, caldi guanti in pile con manopola apribile e sollevabile nella zona delle dita. Mi sento abbastanza bene, ma il venticello dà fastidio. Mi guardo attorno e vedo un signore sulla sessantina uscire di casa con addosso un giaccone e i pantaloni del pigiama. Un po piu' in là un ragazzo parte dal molo, a bordo del suo motoscafo. E' in piedi e indossa una giacca a vento rossa. Parte piano e poi, accellerando a tutta velocità, attraversa il Canale della Giudecca in direzione delle Zattere. Mi si congela il cervello solo a immaginarmi al suo posto. Io sentivo freddo anche a bordo del traghetto, raggomitolato nel mio sedile all'interno della zona chiusa da porte scorrevoli. Mi giro e vedo sul poggiolo, del suo appartamento al terzo piano, un signore che, in pigiama, si fuma tranquillamente una sigaretta. Ma di cosa sono fatti questi veneziani? Hanno forse la pelle corazzata?. Una cosa è certa: l'ho notato in piu' occasioni, sopportano il freddo sicuramente meglio di me e di noi che arriviamo dalle città del VenetoGatti veneziani 01 01 2011 N 2
Dopo aver girovagato tra i condomini scorgo, nella piazza principale del luogo, un bar e decido di andare a fare colazione. Il bar è adiacente ad una farmacia e si affaccia su una piazza che oggi ospita un mercato. Dentro fa caldo, ma noto che la barista calza un paio di doposci e la cosa mi conforta un po'. Dopo essermi riscaldato esco e incontro lui che se ne sta accovacciato proprio davanti alla porta d'entrata di una merceria posta a fianco della chiesa. Non vuole entrare. Sta attendendo che il suo padrone esca e gli offra un po' di cibo. Mi avvicino e cerco di fotografarlo. Lui ha, mi dicono, tre anni e esibisce un mantello tigrato curato e foltissimo. Il proprietario mi racconta che vive libero e che rincasa solo per chiedere da mangiare. Quel bel pelo gli consente di affrontare, senza problemi, i rigori dell'inverno. Beato lui!. Qui fa freddo, ma la Venezia che ho davanti agli occhi è piena di colori e di calore umano. Mi dirigo verso le piscine e vado ad ammirare la laguna: il silenzio è rotto solo da un motoscafo che transita in lontananza. Il sole ora è alto e comincia a riscaldare l'aria. Ritorno verso il Canale della Giudecca. La vista della città illuminata dal sole mattutino mi riscalda.Gatti veneziani 01 01 2011 N 3Gatti veneziani 01 01 2011 N 4Gatti veneziani 01 01 2011 N 5Gatti veneziani 01 01 2011 N 6

13 commenti:

Album vénitien ha detto...

OH,È splendido! Quel beau chat certainement bien soigné par sa mama gatto..et les photos...sont bouleversantes et magnifiques !

VenetiaMicio ha detto...

J'adore ta dernière photo, quelle jolie expression du museau levé vers le doigt.
I like very much the last picture a marvellous expression from the cat,it's smelling your finguer.It's a nice ginninger 'cat
a presto
Danielle

Yvonne ha detto...

After feeling your frozen experience, it was heart warming to see that beautiful cat. You have all the cat lovers saying "ooo" and "awww".

Stay warm.

Maïté ha detto...

Buon anno 2011 ! io tanto amo bere un cappucino in questo bar. Ho molto avuto, molto freddo in dicembre. Ritorno a Venezia in maggio, il tempo sarà migliore...Buona giornata, a presto !

Laura ha detto...

Un vero gatto Signore. Bellissimo!

iRiMiKi ha detto...

Incontrare un gatto porta sempre fortuna. Specialmente un gatto rosso. Specialmente il primo dell'anno!
Mi associo al Gatto di Sacca Fisola, e ti auguro anch'io tanta buona fortuna in tutto ciò che fai.
Grazie per il bellissimo reportage.

Oscar ha detto...

Album vènitièn: merci
VenetiaMicio: Ciao Danielle e grazie
Yvonne: a really nice cat. I hope to meet him again
Maitè: Buon anno anche a te!
Laura: bello vero? Non mi dirai mica che, in America, ci sono gatti belli cosi? Non ci credo.
iRiMiKi: bello risentirti. Cavolo se lo sapevo che porta fortuna andavo a trovarlo il primo dell'anno. Io sono l'ho incontrato il 31!!. Ciao

Laura ha detto...

Un gatto cosi' bello non l'ho visto da un pezzo, pero' abbiamo delle bellissime linci, tacchini selvatici, cervi, e coyotes, e poi ci sono le mie galline che sono bellissime!

Oscar ha detto...

Laura: è davvero bellissimo. Quando l'ho incontrato non riuscivo a credere ai miei occhi: sembrava uscito da una pubblicità. Per quanto riguarda le linci e tutto il resto: se hai qualche foto di questi animali da inviarmi faresti felice mia figlia. Ciao!

Laura ha detto...

Sara' fatto!

Oscar ha detto...

Laura: grazie a nome di mia figlia. Ciao

anita ha detto...

Grisù stupendo

Blu Oscar ha detto...

anita: da quanto scrivi intuisco che conosci il bellissimo gatto da me fotografato e che il suo nome è "Grisù'. Sarei davvero curioso di vedere come è adesso...a distanza di 5 anni. Se hai qualche foto la pubblico volentieri. Ciao e grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...