10 nov 2010

Pavimenti veneziani

L’aspetto attuale del piano terreno della Cà d’Oro risale ai lavori fatti eseguire dall’ultimo proprietario del palazzo, il Barone Giorgio Franchetti, tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo. Egli stesso fu l’autore dei disegni per la decorazione pavimentale ed in parte contribui’ anche a segare ed a posare le lastre. Da esperto d’arte e collezionista quale egli era non si accontentò però di marmi e pietre di cavatura moderna. Cercò e fece arrivare le stesse tipologie di marmi preferite dagli antichi romani e poi spesso riutilizzate, in virtu’ sia dell’aspetto che del significato simbolico assunto da molti di essi. Tra i piu’ utilizzati vi sono: il porfido rosso antico (dall’Egitto), il serpentino (dalla Grecia), il marmo luculleo (Turchia), il cipollino verde (Grecia), il marmo iassense (Turchia), il marmo tessalico (Grecia), la breccia corallina (Turchia), la Sienite (Egitto), il marmo numidico (Tunisia), il pavonazzetto (Turchia) e la breccia di Settebasi (Grecia). Le geometrie del pavimento traggono spunto da quelle delle cattedrali di S. Maria e Donato a Murano, di S. Maria Assunta a Torcello e soprattutto dal vastissimo pavimento di S. Marco a Venezia. Molti sono anche gli elementi di contatto con le decorazioni cosmatesche frequenti in molte chiese romane e laziali del XII e XIII secolo (per esempio S. Clemente e S. Maria Maggiore). Non mancano anche schemi desunti, direttamente o tramite le influenze già citate, del repertorio decorativo bizantino. Molto spesso, in maniera impropria, un’opera come questa viene detta semplicemente “mosaico” quando invece le definizioni esatte per le tecniche qui utilizzate sono quelle latine di Opus sectile e Opous tessellatum con netta prevalenza della prima sulla seconda.

Opus Sectile: stesura ottenuta con la connessione di lastrine di materiali quasi esclusivamente marmorei o almeno prevalentemente marmorei, cioè di marmo o di pietre lucidabili come il marmo disposte a formare, per contrasto cromatico, un disegno semplice o complesso.

Opus Tessellatum: corrisponde a quello che oggi chiamiamo mosaico ossia la stesura di tessere della stessa forma (quadrata) e con una dimensione che varia da pochi millimetri e 1-2 cm. Le tessere sono in pietra anche se è frequente il ricorso a paste vitree e madreperla per le colorazioni piu’ difficilmente rintracciabili.



9 commenti:

AnnaLivia ha detto...

Ciao Oscar,
grazie per queste foto!! Sono molto belle. Quando sono andata alla Ca' d'Oro, questa parte non era accessibile. Ero molto arrabiata quando la donna me l'ha detto! Forse tornero' in dicembre.
Buona sera,
a presto!

Oscar ha detto...

AnnaLivia: Purtroppo il cortile interno viene chiuso ai visitatori quando c'è l'acqua alta. Probabilmente tu sei entrata proprio in questa occasione. Il pavimento è straordinario! Ti consiglio di andarlo a vedere! Ciao!

Laura ha detto...

Siamo stati alla Ca' D'oro a Natale e il giardino e cortile erano chiusi. Che meraviglia, non li avevo mai visti.

Oscar ha detto...

Laura: anche tu, come la AnnaLivia sei stata sfortunata. Io ho il privilegio di essere in città durante tutto l'anno per cui posso decidere quale è l'occasione migliore per visitare un luogo. Adesso, per esempio, non c'è la calca di turisti che normalmente ci sono in estate, a carnevale o in dicembre. Le foto sinceramente non mi piacciono, ma avevo troppa voglia di mostrare a tutti quanto fossero belli questi pavimenti. Ciao!

Yvonne ha detto...

Oh, Fausto!!! You were so right, I am stunned with that beauty. Thank you SO much. And, now I have another treasure house to look at in March.

Oscar ha detto...

Yvonne: sorry for the pictures. They are not very good. P.S. I am Oscar.
Bye

Yvonne ha detto...

Mi dispiace!! Of course you are Oscar. Please forgive me .. (But then, Fausto has a wonderful blog on Venice, also.)

I think the photos are very good, I keep going back to look at them.

(Oscar, his name is Oscar!!!)

Oscar ha detto...

Yvonne: never mind! Keep in touch. Ciao!

Oscar ha detto...

Yvonne: never mind! Keep in touch. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...