28 giu 2010

Trasporto lagunare


La distribuzione e l'approvvigionamento delle merci a Venezia è davvero atipica. L'impossibilità di accedere localmente con mezzi su gomma e la presenza di una fitta rete di canali che suddividono il centro storico in una serie di isole separate una dall'altra condizionano pesantemente la mobilità interna. La rete di canali, oltre che caratterizzare questa città, rappresenta un valido, se non l'unico, sistema per collegare e raggiungere gli esercizi commerciali. La rete di comunicazione pedonale infatti, anche se capillare, non permette, a causa della presenza di numerosissimi ponti a gradini, il trasporto di merce pesante e voluminosa. (da: "il trasporto lagunare a Venezia" di Diego Tiozzo Netti)
Ma come viene effettuata la distribuzione delle merci in città?
I camion percorrono il Ponte della Libertà e raggiungono lo scalo fluviale del Tronchetto. Parcheggiano lungo il molo e trovano, ad attenderli, una schiera di imbarcazioni grandi e piccole pronte ad accogliere le loro merci e a trasportarle anche nei luoghi piu' inacessibili della città.


L'attività di carico e scarico inizia alle 4 del mattino e impegna molte persone che, con il loro frenetico lavoro, assicurano l'arrivo di ogni tipo di articolo ad alberghi, artigiani, commercianti, pubblici esercizi, etc.




Un battello, ormai carico, lascia il molo e si dirige verso i luoghi di scarico. Naturalmente le merci arrivano in città anche in altri modi. Vedremo di approfondire l'argomento nei prossimi posts.


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Moltissimo interessante. Grazie.

Oscar ha detto...

Anonimo: grazie a te per la visita.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...