29 apr 2010

Primavera a Venezia


I colori della primavera si aggiungono a quelli delle case veneziane. Il verde delle nuove foglie, il giallo delle piante da balcone, le tonalità di azzurro-violaceo dei glicini, i mille colori dei fiori che adornano i giardini e i terrazzi.


La temperatura è ottimale e passeggiare è un vero piacere. I bambini tornano a giocare nelle piazze e gli anziani ritrovano il piacere di uscire di casa.


2 commenti:

iRiMiKi ha detto...

Le immagini di questo post fanno scatenare un tornado di nostalgia. A parte che la nostalgia di Venezia io la sento mentre sono ancora lì... è una "nostalgia del presente". Un'emozione alla quale Borges ha dedicato questa piccola geniale poesia:
"In quel preciso momento l'uomo si disse:
che cosa non darei per la gioia
di stare al tuo fianco in Islanda
sotto il gran giorno immobile
e condividere l'adesso
come si condivide la musica
o il sapore di un frutto.
In quel preciso momento
l'uomo stava accanto a lei in Islanda."

Oscar ha detto...

IriMiKi: la poesia è intensa come sono intense le nostre emozioni. Io amo molto la natura e tutto cio' che è, a mio avviso, bello. I fiori sono una somma di tutti questi fattori. Ciao

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...