11 apr 2010

Campo dei Gesuiti

Cammino molto per Venezia. A volte passeggio in zone molto affollate da turisti e dai veneziani stessi. Altre volte preferisco camminare in zone piu' tranquille, quasi deserte in cui si puo' ancora apprezzare il silenzio o quasi.

I "rumori" udibili, anche nelle zone affollate, sono sempre gli stessi: il vocio delle persone, quello provocato da un'imbarcazione che stà transitando nel canale e poche altre. Sentire, come in questo caso, delle chiassose grida di bambini è, per quanto mi riguarda, davvero una piacevole sensazione. Mi riempie di allegria e trasforma, d'improvviso Venezia in una città viva animata non solo dai turisti, ma anche dai, mi auguro, futuri cittadini veneziani.

I Campi costituiscono, per la città, un luogo di aggregazione per gli adulti e di gioco per i piu' giovani. (vedi a questo proposito il post "il campo...in campo"). Il Campo dei Gesuiti è ancora, per fortuna, uno di questi luoghi.

Il Campo dipinto dal Canaletto nel XVIII secolo.

La bella vera da pozzo già presente nella tela del Canaletto.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...