13 mar 2010

Campo S. Giacomo dall'Orio

Sinceramente non conoscevo il Poeta Mario Stefani (4 agosto 1938 - 4 marzo 2001). Il 4 marzo scorso pero' ho appreso da internet che il Comune di Venezia, nel nono anniversario della sua morte, gli aveva dedicato una targa con inciso un suo celebre verso. La frase riportata mi ha molto colpito e oggi ho deciso di andare a rileggerla proprio la dove è stata affissa.
Penso che questo verso si commenti da solo. Leggo che la targa si trova solo a pochi passi dalla casa in cui il poeta abitava. Per chi volesse approfondire la propria conoscenza di un animo cosi' sensibile puo' farlo qui.
Il Campo si trova nel Sestiere di Santa Croce.
Due immagini del tranquillo Campiello del Piovan nel quale si trova l'ingresso principale della chiesa

10 commenti:

Laura ha detto...

Hai letto il libro Dove Cadono Gli Angeli di John Berendt? Parla di questo poeta e della sua morte.

Oscar ha detto...

No. Grazie per la segnalazione. Ho raccolto informazioni in rete. Lo comprerò' sicuramente. Ciao

Laura ha detto...

Vorrei chiarire...il libro parla di Venezia, cominciando dall'incendio della Fenice, continuando con la famiglia Seguso, e parla anche di Stefani, e della sua morte, ma non e' solo su di lui. E' un libro interessante, parla di Venezia che evolve, che rinasce, e del perche' e' unica. Spero ti piaccia.

Oscar ha detto...

Quando mi hai segnalato il titolo e l'autore ho verificato il tutto in rete e ho letto la trama del libro. Come ti dicevo lo trovo molto interessante e non manchero' di acquistarlo. Grazie per la segnalazione!
Ciao

antonella ha detto...

Lascia senza fiato il verso del poeta Mario Stefani. Non lo conoscevo ma devo dire che leggere i suoi versi non lascia indifferenti. Ciao

Oscar ha detto...

Antonella: mi stavo chiedendo dove fossi finita.
Hai ragione. Questa frase non puo' lasciarci indifferenti, se poi la leggiamo all'interno di un romantico campo veneziano....
A presto.

antonella ha detto...

Ciao. Non scrivo spesso ma ti seguo sempre. Sento la nostalgia di una passeggiata a Venezia. In queste giornate in cui si inizia a sentire l'aria primaverile vorrei salire sul primo treno che mi porti via dalla "routine" quotidiana per scendere a Venezia, la città che ti trasporta in un'altra dimensione. Sembra quasi che il ponte che il treno attraversa per raggiungerla sia il confine fra realtà e fantasia, ci si trova a qualche chilometro dalla solita città e/o periferia ma è come essere lontani migliaia di chilometri.

Oscar ha detto...

Antonella: hai scritto "sembra quasi che il ponte che collega Venezia alla terraferma sia il confine tra realtà e fantasia". Ciò che scrivi è davvero poetico, ma ben esprime quello che anche io spesso cerco: una città senza auto, a misura d'uomo, pensa che ho la carta Venezia che mi permette di salire sui vaporetti spendendo pochissimo e non la utilizzo mai.
Se la dipingiamo cosi' potrebbe sembrare la città ideale in cui tutti vorrebbero vivere. Tutti noi invece sappiamo quanto sia difficile vivere a Venezia in un mondo che corre freneticamente.
Sono convinto che la città non ami essere solo un luogo "fantastico" e che voglia sentirsi viva.
Sono convinto che sia una città che ha bisogno di tante attenzioni e rispetto da parte di tutti. A presto

pavana ha detto...

Che dire?
Qualche inesattezza sul fatto che il campiello del Piovan si trova dietro la chiesta di San Giacomo che non è DELL'Orio ma DALL'Orio (leggere la guida della chiesa) perché quella è la facciata e l'ingresso principale della chiesa... In campo ci sono i due ingressi laterali: quello del campanile e quello del "campo grande" così chiamato perché, anni fa, si giocavano le partite a pallone (vigili permettendo) più "importanti".
L'ingresso principale era tra la canonica e quella che veniva chiamata "casetta".

Oscar ha detto...

pavana: ti ringrazio per avermi segnalato gli errori per i quali chiedo scusa. Ho provveduto ad apportare le correzioni. Grazie ancora e fammi sapere se dovessi trovare qualche altra inesattezza che, in buona fede, ho commesso. Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...